LE INTERVISTE DELLA TANA GIALLOBLU’: IL BOMBER GIACOMO ‘JACK’ FERRARI

Questa settimana ospite de La Tana Gialloblù Channel è stato Giacomo “Jack” Ferrari, attaccante del Modena di Gianni De Biasi.

La Tana gialloblù: Benvenuto a Giacomo Ferrari ex del Modena e fino a pochi mesi fa mister in seconda del Monopoli. Chi meglio di te può parlarci della partita di Coppa Italia disputata in Puglia...

Ferrari: Intanto grazie per l’invito, sicuramente la partita di Monopoli è stata una partita molto equilibrata, dove i nuovi arrivi del Monopoli si sono subiti adeguati alla situazione mostrando molta grinta, anche se la partita è stata decisa da un errore della difesa del Modena, una partita dove il pari era il risultato più giusto ma in queste situazioni l’episodio è quello che ti fa decidere la gara.

La Tana gialloblù: Eri il vice allenatore a Monopoli fino a pochi mesi fa, e la scorsa stagione siete arrivati addirittura al terzo posto dietro Bari e Reggina.

Ferrari: Sì, sono stato il vice allenatore di Giuseppe Scienza per due anni, poi questa stagione per varie ragioni soprattutto dal punto di vista economico, a quelli come me che venivano da fuori non è stato rinnovato il contratto, ma sono state due belle stagioni, una volta quinti due anni fa e l’anno scorso terzi in un girone molto forte contro squadre come Bari, Catania, Catanzaro o Avellino. Devo dire che Monopoli è una realtà dove si fa calcio molto bene, dove ti lasciano lavorare anche se ovviamente per arrivare alle piazze importanti ci vuole ancora tempo.

La Tana gialloblù: La partita di Coppa Italia secondo il tuo punto di vista è da valutare come un importante banco di prova per il Modena?

Ferrari: Sicuramente sì, Monopoli a volte quasi per scherzo viene ricordato per il gioco da tavolo, mentre invece per l’appunto sono due anni che fa ottimi campionati, la scorsa stagione siamo arrivati a due punti dal Bari perdendo l’ultima in casa con la Casertana, siamo usciti nei playoff con la Ternana prendendo una rete su calcio piazzato, ma facendo un’ottima partita, incontrare il Monopoli non è facile per nessuno, non lo è stato neppure per la Reggina che con noi perse in casa e dove disputammo una grande partita. Il Modena non ha incontrato una squadretta, è stato un ottimo banco di prova, e anche se hanno cambiato molto rispetto alla stagione scorsa sicuramente la base è rimasta buona. Certamente il Modena è un’ottima squadra che va migliorata anche perché Modena città non può rimanere in serie C, Modena come città, come tifosi, come blasone merita tanto di più. Io ci ho fatto tre anni venti anni fa e la tengo ancora nel cuore chiaramente per fare il salto di categoria deve fare ancora uno sforzo sul mercato.

La Tana gialloblù: Certamente Modena per tante ragioni vede la serie C come fumo negli occhi.

Ferrari: Capisco, ma se non hai giocatori importanti in squadra fai fatica ad uscire da un campionato tosto come la serie C, ci sono squadre che pur non avendo il blasone di città importanti come Modena riescono a creare diversi problemi, e se anche fai uno squadrone spendendo un sacco di soldi non è detto che vinci di sicuro, non è per nulla facile andare su campi come può essere il Monopoli, l’Arzignano, il Renate o altre realtà, fai fatica su questi campi ad importi, oramai tutte le squadre sono organizzate e ti possono mettere il difficoltà, il Monza ha speso milioni e ha vinto nettamente ma di sicuro stava in un girone fatto su misura per loro.

La Tana gialloblù: Secondo te Sodinha e Scappini possono essere una buona coppia per la C?

Ferrari: Penso proprio di sì, non li scopro certo io, in più c’è anche un ottimo giocatore come Tulissi, chiaramente Sodinha è un trequartista mentre Scappini è uno che segna, voglio ripetere che a mio parere il Modena è un ottima squadra, ma chiaramente questo sarà un campionato anomalo e con tante sorprese, dove bisognerà fare molta attenzione soprattutto nelle prime giornate, ma il Modena ha tutte le carte in regola per mettersi in evidenza.

La Tana gialloblù: 13 Aprile 2003, Modena Lazio 0-0 entri in campo e standing ovation, cosa provi oggi nel pensare a quel momento?

Ferrari: La pelle d’oca, sono situazioni che rimangono nel cuore, pur non avendo fatto cose incredibili a Modena, segnai pochissimi goal, ma sono rimasto nel cuore dei tifosi, ho sempre dato il massimo, e quel momento che hai rievocato rimane davvero nella mia testa.

La Tana gialloblù: Entrasti a partita in corso sia in Modena Bologna 3-2 che in Brescello Modena 0-1 due partite entrate nella storia canarina.

Ferrari: Due partite memorabili a cui sono felice di avere partecipato, peccato non essere riuscito a segnare, in realtà contro il Bologna ero proprio di fianco a Sculli e magari se non avesse colpito lui la palla l’avrei presa io, ma meglio che l’abbia preso lui e abbia segnato.

La Tana gialloblù: A Modena con una proprietà come la Kerakoll ci aspettavamo di essere una corazzata.

Ferrari: Nel nostro girone avevamo il Bari dove De Laurentis ha speso una follia, ma poi ha vinto la Reggina, così come hanno speso tanto la Ternana, il Catania, il Catanzaro e la Viterbese, spendere soldi va bene se hai una proprietà importante, ma li devi spendere bene, sicuramente sia il girone B che il girone C sono molto forti ma se non hai una squadra che corre non arrivi da nessuna parte. Comunque avere una proprietà importante come quella del Modena è una cosa che conta tanto, perché se ti accorgi che manca qualcosa puoi intervenire.

La Tana gialloblù: Secondo te qual’è il girone più attendibile e competitivo della serie C?

Ferrari: Sono anni che faccio il girone C ed è un girone per nulla facile, molto duro, questa stagione ci sono il Bari, il Palermo, l’Avellino, il Catania,il Catanzaro , la Ternana tutte squadre importanti, il problema del girone C è economico, dove infatti a metà stagione ci sono squadre che spariscono, per me il girone C è quello più tosto di tutti anche per una problematica ambientale, si va su campi dove ci sono 20000 spettatori ed è molto difficile, per me il girone C non è il più duro solo dal punto di vista ambientale ma anche tecnicamente è molto valido, secondo me in questa stagione bisogna partire e capire cosa potrebbe succedere man mano che le giornate passano e questo vale anche per il Modena, ma credo che i canarini abbiano società, allenatore e direttore sportivo per fare molto bene.

La Tana gialloblù: Grazie mille per essere stato con noi Giacomo.

Ferrari: Grazie a voi per me è stato un piacere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.