MODENA FINALMENTE! CON MAZZARANI ESPUGNA CITTADELLA

CITTADELLA-MODENA 0-1

CITTADELLA (4-4-2)
Di Gennaro, Gasparetto, Surraco, Scaglia, Donnarumma (71′ Piscitella), Paolucci, Marino, De Leidi (63′ Coly), Coralli, Di Donato (87′ Perez), Jidayi.
A disp.: Pierobon, Pecorini, Busellato, Rigoni, Alborno, Pugliese.
All.: Foscarini.

MODENA (4-4-2)
Pinsoglio; Gozzi, Cionek, Marzorati, Garofalo (80′ Manfrin); Molina, Bianchi, Salifu, Rizzo; Stanco (75′ Mazzarani), Babacar (57′ Granoche).
A disp.: Costantino, Calapai, Nardini, Potenza, Belloni, Burrai.
All.: Walter Novellino.

ARBITRO: sig. Bruno di Torino
RETI: 94′ Mazzarani (rig.).

Finalmente il Modena ce l’ha fatta! La squadra canarina ha sfatato il tabù delle gare in trasferta che durava praticamente dallo scorso campionato ed ha espugnato il Tombolato di Cittadella nel modo forse più emozionante, con un gol su rigore segnato in pieno recupero da Andrea Mazzarani. Bisogna dire però che la prestazione positiva in trasferta era un po’ nell’aria. Il Modena aveva già fatto molto bene a Palermo, aveva travolto il Varese al Braglia e anche durante la settimana aveva dimostrato sia negli allenamenti che nella classica amichevole del giovedì una ritrovata fiducia e unità di intenti. Una vittoria che non è certo venuta per caso, anche se ottenuta al terzo minuto di recupero. La squadra gialloblu aveva già avuto almeno tre occasioni importanti, su tutte il palo dello stesso Mazzarani al 43′ della ripresa, e non era andato in vantaggio soltanto per sfortuna. Un successo che comunque può davvero rappresentare una svolta di questo campionato. La squadra di Novellino è tornata in una posizione di classifica più tranquilla, sta riacquistando fiducia e dimostra anche di avere più gamba rispetto al mese di dicembre. E soprattutto il 4-4-2 dà più sicurezza alla difesa e più certezze al tecnico campano che conosce il modulo come le sue tasche e può anche trovare interessanti variazioni sul tema. Del resto i numeri parlano chiaro: col 4-4-2 il Modena non ha ancora perso e ha conquistato otto punti in quattro partite con due vittorie e due pareggi.

LE PAGELLE DEI GIALLOBLU

PINSOGLIO 6,5, poco impegnato, assolutamente decisivo quando respinge di piede quasi sulla linea un tiro di Surraco deviato da Marzorati. Sempre sicuro nelle uscite.

GOZZI 7, da quando è stato riportato a destra non ha sbagliato un colpo. Sfiora il gol nel primo tempo con un preciso colpo di testa respinto dal portiere patavino.

MARZORATI 6,5, esordisce al posto dello squalificato Zoboli e se la cava con notevole sicurezza.

CIONEK 6,5, non è più una sorpresa ma una certezza. Sicuro e tranquillo per tutto l’incontro.

GAROFALO 6,5, si trova di fronte un Surraco voglioso di riscatto ma lo controlla con sufficiente tranquillità. Esce per un infortunio.

MANFRIN sv. entra nel finale al posto di Garofalo. Da un suo cross Mazzarani di testa colpisce il palo.

MOLINA 7, conquista con caparbietà il rigore decisivo rubando palla a Piscitella che lo abbatte in area. Tanta corsa, sostanza ma anche qualità.

BIANCHI 6, il solito lavoro oscuro a centrocampo. Meno brillante però che contro il Varese.

SALIFU 6,5, sradica palloni su palloni dai piedi degli avversari. Non precisissimo quando deve rilanciare.

RIZZO 7, il migliore in assoluto nel primo tempo, cala un po’ nella ripresa, ma è un giocatore ormai imprescindibile per questo Modena.

STANCO 5,5, lotta e si sbatte anche in copertura, ma davanti non riesce ad incidere.

BABACAR 6,5, finchè resta in campo si rende pericoloso in più di un occasione e prova spesso a fraseggiare con Rizzo. Esce nella ripresa lasciando il posto a Granoche.

GRANOCHE 6, un esordio positivo. Non ha grandi occasioni, ma dimostra di avere voglia di far bene.

MAZZARANI 7, impatto devastante sulla partita. Palo incredibile al 43′ della ripresa e rigore decisivo trasformato con freddezza. Che stia tornando il miglior Mazzarani?

NOVELLINO 7, il 4-4-2 lo conosce alla perfezione e si vede. Bravo a ridare fiducia e anche una buona condizione atletica alla squadra.

GIOVANNI BOTTI