SPAGNOLI: “CONOSCIAMO IL SUDTIROL E SAPPIAMO COME AFFRONTARLO. DIFFICILE ABITUARSI A GIOCARE SENZA TIFOSI”

Oltre ad essere un ex del Sudtirol, avendoci giocato per due stagioni tra il 2015 e il 2017, Alberto Spagnoli è anche il giocatore ad aver segnato il gol decisivo per la vittoria canarina nel precedente dello scorso febbraio che fu anche l’ultima partita prima del lockdown e l’ultima in assoluto con i tifosi allo stadio senza alcuna limitazione. “Ricordo bene quella partita, così come mi ricordo bene l’assist di Guido Davì che mi permise di mettere la palla in rete – racconta Spagnoliuna partita che vincemmo meritatamente. Ora ci ritroviamo di fronte un Sudtirol che è tra le prime della classe, ma sappiamo bene come affrontarli. Conosciamo bene i loro giocatori e il loro modulo e la prepareremo al meglio“.

E’ difficile abituarsi a giocare senza tifosi – continua Spagnoliin questa atmosfera di silenzio, in cui si sentono le urla dei giocatori e delle panchine. Ci da ancora oggi una strana sensazione. I tifosi con il loro calore ti danno una mano, sono calorosi e li senti per tutta la partita“.

Spagnoli parla anche dei suoi compagni d’attacco, a partire da Scappini. “Con Stefano, l’ho già detto altre volte, mi trovo molto bene. Lui ha molta esperienza e mi sta vicino. E poi è un attaccante che gioca per la squadra, non è egoista. Anche con Monachello e Costantino sto trovando l’intesa e mi trovo bene“.

Clicca qui per ascoltare l’intervista integrale ad Alberto Spagnoli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.