ANCHE PALTRINIERI ALLA PARTITA DELLA STELLA

Un campione olimpionico, Greg Paltrinieri, e una campionessa di umanità, suor Donatella Lessio, responsabile del Caritas Baby Hospital di Betlemme, con passato da calciatrice. Allenatori come Eusebio Di Francesco mister del Sassuolo, e calciatori come suo figlio Federico, attaccante del Bologna. Sono alcuni dei protagonisti di quella grande festa di sport e solidarietà che è la Partita della Stella, in programma il 30 dicembre alle 20.45 al PalaPanini per la quarta edizione.

Ingresso a offerta libera con omaggio degli album Calciatori Panini e buoni sconto per Conad Ipermercato al centro commerciale La Rotonda di via Morane 500. L’obiettivo è sempre raccogliere fondi per il Caritas Baby Hospital di Betlemme, unico ospedale pediatrico della Cisgiordania, che ogni giorno dal 1952 offre cure mediche e assistenza a tutti i bambini che ne hanno bisogno e a quelli che sono le prime vittime delle conseguenze del conflitto israelo – palestinese.

Mantenendo la promessa fatta alla delegazione modenese in visita lo scorso ottobre in Terra Santa (nell’occasione Giulio Guerzoni, assessore allo Sport del Comune di Modena le ha consegnato la “Bonissima”), sarà presente la religiosa referente del progetto che da anni gestisce i fondi raccolti dalle iniziative organizzate in città.

Insieme a suor Donatella, che da ex giocatrice di calcio è pronta a scendere in campo non solo per il calcio di inizio, ci saranno Gregorio Paltrinieri, medaglia d’oro olimpica a Rio 2016 nei 1.500 stile libero di nuoto e tanti sportivi di oggi e di ieri, a partire da glorie della pallavolo come Luca Cantagalli, Andrea Sartoretti e Stefano Recine, insieme a tanti altri che saranno al PalaPanini. Hanno garantito la loro partecipazione, oltre ai Di Francesco padre e figlio, anche Alessandro Matri del Sassuolo, Federico Chiossi del Modena, Federica Lisi, Marco Ballotta e Mauro Mayer del Modena in serie A (la mitica Longobarda), Francesco Messori della Nazionale amputati. Diversi ospiti comunicheranno la loro presenza a ridosso dell’evento quindi si attendono sorprese. I partecipanti verranno divisi in quattro squadre: “Amici del Bovo”, “Galvani Team”, ” Longobarda” e “Rock No War”.

Come già l’anno scorso la festa sarà completata dall’iniziativa a cui sono invitati a partecipare, per essere applauditi dal pubblico e premiati dall’assessorato allo Sport del Comune, gli atleti modenesi di tutte le discipline che si sono distinti a livello nazionale e internazionale.

Per informazioni aggiornate si può consultare il sito www.rocknowar.it o cliccare mi piace sulla pagina Facebook “Un ponte verso Betlemme”.

Donazioni si possono fare sul c/c 5775: Rock No War – Un ponte verso Betlemme, Banca Interprovinciale, Formigine – IBAN IT82G0339566780CC0020005775