LE PAGELLE DEL VOLLEY: CHRISTENSON CHIUDE IL MATCH, GREBENNIKOV NUOVO “MINISTRO DELLA DIFESA”

CHRISTENSON 7,5: gioca con una grinta e carica da vero leader. Gestisce i compagni al meglio e chiude la contesa con un grande ace.

VETTORI 7: se sbaglia un attacco spesso fallisce anche il secondo; ma oggi non si è depresso e ha ricominciato a picchiare da posto 2. Bene anche al servizio e a muro.

PETRIC 7,5: partita di grande sostanza per lo schiacciatore serbo, che chiude il match con 12 punti, con 1 solo errore in attacco e 0 murate subite.

LAVIA 6: spesso non riesce a trovare traiettorie diverse in attacco. A fine secondo set cade male a da un contrasto a muro e si fa male alla caviglia: sembra nulla di grave, dato che ha giocato gran parte dell’ultimo parziale.

STANKOVIC 7: giganteggia sottorete annichilendo Beretta. I suoi primi tempi sono poderosi e al servizio non ha commesso errori.

MAZZONE 6,5: bello il duello ingaggiato con Galassi. Ormai al servizio è una risorsa importane, ma continua il suo digiuno dai muri messi a segno.

GREBENNIKOV 8: gli aggettivi non sono sufficienti per descrivere la partita del libero francese: le sue difese irreali procurano contrattacchi importanti per la squadra.

RINALDI 7: ormai la grinta con cui entra in campo ogni volta non fa quasi più notizia: in più piazza due punti fondamentali, uno più bello di quell’altro.

MA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.