MODENA VOLLEY, BRUNO: “VOGLIO RICONQUISTARE I TIFOSI”, NGAPETH: “SAPEVO CHE PRIMA O POI SAREI TORNATO”

Le parole di Bruno Mossa de Rezende e Earvin Ngapeth, freschi neo giocatori di Modena Volley, intervistati sul programma “Pomeriggio SKY Tg 24”.

E’ una grande emozione poter parlare con la Pres – ha affermato Bruno, in collegamento dal Brasile, con la maglia celebrativa dello Scudetto 2016 e la sciarpa gialloblù al collo – Rivedo le immagini dello Scudetto ho la pelle d’oca. Sapevo che un giorno sarei tornato a Modena, ma la cosa più importante, dopo la maglia, è tornare a vincere per questa città. L’accoglienza? Ci sarà un tempo per tornare a questo amore. Ho ricevuto tanto affetto ma alcune persone non hanno compreso cos’è successo quando me ne sono andato. Ma Modena non ha lasciato mai il mio cuore, e sono tornato per far rinnamorare le persone a cui ho spezzato il cuore. Il mio percorso? Ho già una carriera lunga, con vent’anni di esperienza. nei club La fame non è cambiata, così come la mia voglia di migliorare. Non vedo l’ora di lavorare con Giani, un allenatore preparato e con una carriera di giocatore fantastica. Adesso sono più maturo, ma con la stessa fame che avevo a 16 anni. La pallavolo italiana è il top al mondo e tutti vogliono giocarci. Stare lontano da questo campionato è difficile. La partita che voglio giocare? Modena-Perugia“.

Con Catia siamo sempre stati in contatto in questi anni – ha invece ammesso Ngapeth Sapevo già che sarei tornato a giocare a Modena. E’ una città, una società e una tifoseria che amo tanto. Darò tutto me stesso per far tornare a vincere Modena. Lo Scudetto? E’ un qualcosa che abbiamo vissuto, e farlo a Modena è diverso“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.