CRESPO: “COL CESENA UNA BELLA PARTITA, IL MERCATO VA VALUTATO A 360 GRADI”

E’ una situazione simile a quella di tante altre vigilie di quest’anno quella del Modena pre gara col Cesena. I gialloblù, dopo l’ennesima caduta in trasferta, sono chiamati a recuperare ciò che hanno lasciato per strada al Braglia. Di fronte però un avversario forte e reduce da due vittorie consecutive come il Cesena di Massimo Drago.

E’ una partita complicata, bella da affrontare – spiega il tecnico gialloblù Hernan Crespo – contro una squadra che gioca a viso aperto, che vuole giocare a calcio. Noi giochiamo al Braglia e, nel bene e nel male, questo ci da grandissimi stimoli. In settimana abbiamo lavorato molto sui nostri punti di forza e credo che domani faremo una grande partita“.

Il problema della mancanza di punti in trasferta però rimane ed è assolutamente da risolvere. “Fa parte del percorso che questa squadra deve fare – dice Crespo – una squadra che deve crescere a livello mentale, ma questo è un problema che ci porremo la prossima settimana. In questo momento pensiamo alla partita in casa, dove il pubblico ti appoggia e ti incita. Questa squadra ha bisogno di questo“.

Il tecnico argentino torna poi sul mercato di gennaio, che ha lasciato l’amaro in bocca a tanti tifosi: “Sono soddisfatto perché la situazione la devi valutare a 360 gradi, in base alle possibilità che abbiamo, a quello che si può fare. Credo che si siano raggiunti gli obiettivi prefissati e questo è importante. Bertoncini si è gia inserito molto bene e potrebbe anche esordire titolare. Il fatto di venire da una serie B l’anno scorso, ma anche da qualche partita in serie A quest’anno, lo ha aiutato. Se uno arriva con la testa a posto si inserisce naturalmente“.

Chi scalpita per poter tornare al suo posto al centro dell’attacco è sicuramente Pablo Granoche. “Pablo ha bruciato completamente i tempi – dice Crespo – è uno che fa sentire la sua voglia in maniera positiva, quindi sicuramente io ci conto, ma vediamo. Dobbiamo valutare se è giusto farlo partire dall’inizio o meno“.

Infine il Valdanito spende due parole su Massimo Drago, tecnico del Cesena e suo compagno al corso di Coverciano. “Lo conosco bene, lui sta mutando un po’ il suo modo di giocare. Ha sempre fatto il 4-3-3 e adesso comincia a puntare sul 4-2-3-1 in base al materiale che ha a disposizione. Quindi sarà diversa la partita rispetto a come l’aveva impostata all”andata. Altrettanto faremo noi“.