CALIENDO: “STIAMO LAVORANDO SU UN PAIO DI RUOLI D’ACCORDO CON IL MISTER”

A margine della visita allo stadio Braglia per vedere lo stato del lavoro al manto erboso ha parlato anche il presidente gialloblù Antonio Caliendo, che tra l’altro oggi compie gli anni. “Sono solo 49 ragazzi – ha scherzato il patron gialloblù – ma lasciamo perdere l’età e parliamo di calcio”.

Presidente le partite di Coppa Italia contro Tuttocuio e Sassuolo che indicazioni hanno dato?
Che siamo all’80% per quanto riguarda il completamento della squadra e al 50-60% delle nostre possibilità in fatto di condizione. Contro il Tuttocuio non c’è stato nessun problema, la nostra squadra ha tenuto il campo da padrona e ha vinto 3-0. Con il Sassuolo assolutamente non abbiamo demeritato. Per un ora, finchè l’attuale condizione fisica ce l’ha consentito, abbiamo giocato alla pari e nel primo tempo potevamo anche andare in vantaggio. Poi il Sassuolo è uscito con una maggiore freschezza essendo più rodato oltre che una squadra di categoria superiore. Una differenza che però noi non abbiamo sofferto più di tanto. Posso dire di essere soddisfatto“.

Per il mercato ci sono ancora un paio di settimane. Cosa manca ancora a questa squadra?
Voi sapete che oggi il mercato si fa stando in silenzio, se vogliamo fare dello show facciamolo, ma se vogliamo condurre in porto dei colpi dobbiamo farlo in gran segreto. Sicuramente stiamo lavorando per un paio di acquisti, due ruoli che ci ha fatto presente il mister, ma che anche noi abbiamo ben chiaro che ci servirebbero“.

I due giocatori in prova, l’olandese Hiwat e l’uruguaiano Oliveira?
Al giovane olandese purtroppo dobbiamo rinunciare. Quelli del Psv prima ci avevano dato delle informazioni abbastanza scontate su certi fronti poi, quando hanno visto il nostro interessamento vero, hanno fatto marcia indietro e praticamente ci hanno chiesto dei soldi che noi non potevamo dare. Per quanto riguarda Oliveira invece è come se fosse già un giocatore del Modena, ma ci vorrà circa un mese per poter completare il tesseramento e quindi lo possa essere veramente“.

In uscita si è parlato di offerte per Thiago Cionek…

Si ce ne sono state diverse. Però partirebbe solo per un offerta irrinunciabile di quelle che ti consentano poi di reinvestire su altri giocatori per completare la rosa. E non dimentichiamo i nostri giovani. Ho detto più volte che vogliamo puntare sui giovani e ogni anno valorizzarne almeno tre o quattro. Vorremmo arrivare tra tre anni ad avere una squadra quasi interamente composta da giovani.

(G.B.)