LE PAGELLE GIALLOBLU: GERLI IMPRESCINDIBILE, SODINHA DECISIVO

GAGNO 6, in occasione del gol dell’Arezzo si fa sfuggire clamorosamente il pallone sul cross basso nemmeno così straordinario di Carletti. Si fa perdonare nella ripresa compiendo una grande parata su una punizione calciata piuttosto bene da Pinna.

MATTIOLI 5,5, corre tanto e sta trovando una certa continuità nelle ultime gare, ma in fase offensiva non è ancora nemmeno lontanamente quello dello scorso anno. Mai preciso al cross, un po’ meglio invece, in copertura.

ZARO 6, sul gol di Perez non è posizionato bene e si lascia passare davanti il pallone deviato male da Gagno, ma si rifà subito dopo segnando di testa il gol del pareggio. Ripresa abbastanza positiva con alcuni buoni anticipi difensivi.

PERGREFFI 6,5, si conferma il più in palla della difesa gialloblù fermando con i movimenti e il tempismo giusti alcune ripartenze dell’Arezzo che potevano essere pericolose.

MIGNANELLI 5,5, molto male nel primo tempo, quando si fa sorprendere da Carletti in occasione del gol dell’Arezzo e sbaglia praticamente tutti i cross, anche se almeno calcio bene il corner che porta al gol del pareggio di Zaro. Un po’ meglio nella ripresa soprattutto in fase di contenimento.

GERLI 7, all’inizio fatica un po’ ad imporsi, anche perché, come spesso succede, è marcato a uomo dal rifinitore avversario. Col passare dei minuti però sale in cattedra, recupera una marea di palloni e, nella ripresa, su imbeccata di Sodinha, segna con una precisa conclusione dal limite il gol del vantaggio gialloblù.

DAVI’ 6, è il primo dei gialloblù a calciare verso la porta dell’Arezzo, poco prima del vantaggio toscano. Per il resto solito lavoro oscuro, ma svolto con grinta e impegno.

PREZIOSO 6, nel primo tempo è l’unico a provare qualche sortita diversa e sembra in palla. Nella ripresa parte lento ma sembra essere in crescita quando Mignani decide a sorpresa di sostituirlo con Muroni.

MURONI 6, ritorno in campo positivo dopo alcune settimane fuori. Entra in campo con la mentalità giusta, corre e recupera tanti palloni con la consueta grinta.

LUPPI 5, gioca un po’ a destra e un po’ dietro le punte in posizione di rifinitore, ma in entrambi i ruoli non rende come ci si aspetterebbe da lui. Esce nel finale per lasciare posto ad Ingegneri.

INGEGNERI sv, in campo nei minuti finali per dare una mano a blindare il risultato.

PIERINI 5, anche lui, come Luppi, si alterna tra la posizione di attaccante esterno e quella di rifinitore, ma si vede solo per una punizione calciata da lontanissimo che impensierisce il portiere perché rimbalza su una parte di area di rigore senza erba. Sostituito da Sodinha a metà ripresa.

SODINHA 7, in campo a metà ripresa, cambia il match con alcune giocate sopraffine ma anche con tanta voglia di fare. Con un tocco di suolo offre a Gerli il pallone da cui arriva il gol del 2-1, poi segna quello del definitivo 3-1 su assist di Spagnoli con una vera e propria giocata da calcetto. In questo momento meriterebbe un po’ più di spazio.

SCAPPINI 5,5, si vede solo per una girata di testa nel primo tempo e una conclusione fuori dalla destra nella ripresa, ma ad onor del vero, non riceve quasi mai palloni giocabili.

SPAGNOLI 6, in campo intorno al 60′ al posto di Scappini si fa notare per la solita abnegazione, prima andando a fare il difensore aggiunto su un corner dell’Arezzo, poi servendo a Sodinha l’assist per il terzo gol, quando avrebbe potuto concludere in porta anche lui.

MIGNANI 6, alla fine i tre punti li porta a casa e in questo momento è la cosa più importante. Però lo scarso impiego di Sodinha, che in questo momento potrebbe anche meritare di partire titolare, e il cambio Muroni-Prezioso, quando quest’ultimo stava giocando bene, possono essere motivo di discussione.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.