LE PAGELLE GIALLOBLU: OTTIMA PRESTAZIONE DI CIOFANI, L’ATTACCO CREA TANTO MA FATICA A CONCRETIZZARE

(foto Modena Fc 2018)

NARCISO 6,5, non deve compiere grandi parate, ma nelle uscite alte è sempre molto sicuro e da sicurezza anche ai compagni della difesa.

CIOFANI 7, una delle sue partite migliori con la maglia del Modena. Nel primo tempo spinge molto più del solito e, paradossalmente, mette in mezzo più cross lui di Azzi, nella ripresa invece si vede di più in fase di copertura e in pieno recupero si immola per respingere una conclusione da centro area di Rodio, dopo un batti e ribatti in area.

PIACENTINI 6,5, all’esordio con la maglia del Modena gioca una gara attenta senza grandi sbavature, nonostante la grinta e le provocazioni dell’attaccante ospite Cognini che spesso si trova di fronte.

PERGREFFI 6,5, pur non essendo nelle su condizioni migliori, il capitano gioca la solita gara di grinta e cattiveria agonistica sbrogliando alcune situazione che potevano diventare pericolose.

AZZI 7, primo tempo sotto tono perché molto controllato soprattutto dal pressante Alagna. Da un suo tiro a giro di prima intenzione però scaturisce il corner che porta al rigore del vantaggio. Nella ripresa, con qualche spazio in più, cresce di livello e diventa a tratti immarcabile. Prima fallisce un gol che sembrava già fatto poi in pieno recupero, chiude definitivamente i conti con una rasoiata da appena dentro l’area.

GERLI 6,5, le sue non sono mai prestazioni banali, anche quando non incide così tanto come altre volte. Nel primo tempo una sua conclusione da appena dentro l’area è deviata in corner da Ginestra. Nella ripresa tocca e recupera come sempre tanti palloni.

SCARSELLA 6, meno letale di altre occasioni, anche se ha il merito di conquistare il rigore del vantaggio gialloblù. Per il resto molto lavoro oscuro a centrocampo.

ARMELLINO 6, gioca tanti palloni, arriva spesso vicino all’area di rigore, ma non riesce a trovare lo spazio per rendersi davvero pericoloso. Utile comunque in fase di copertura.

MOSTI 6, torna titolare dopo diverse partite e gioca una gara sufficiente. Tocca tanti palloni, prova anche qualche giocata, ma non riesce ad incidere come in altre occasioni. A metà ripresa è sostituto da Ogunseye.

OGUNSEYE 6, mandato in campo al posto di Mosti soprattutto per tenere la palla lontana dall’area gialloblù e far salire la squadra, assolve bene al suo compito, ma si mangia due palle gol che gridano vendetta.

TREMOLADA 6,5, alterna grandi giocate e assist al bacio ad altre meno brillanti. Ad inizio gara impegna Ginestra con una gran punizione all’incrocio dei pali. Poi trasforma con freddezza il rigore del vantaggio. Non è però quasi mai preciso sui numerosissimi calci d’angolo. Nel finale esce per lasciare spazio a Duca.

DUCA sv, pochi minuti finali in campo, ma ha il merito di entrare nell’azione che porta al gol del raddoppio di Azzi.

MINESSO 6,5, lotta e si sbatte come non mai, anche se fatica un po’ a trovare spazio in mezzo alle strette maglie della difesa della Fermana. Nella ripresa colpisce l’incrocio dei pali su punizione dal limite e offre ad Azzi un pallone d’oro che il brasiliano non riesce a capitalizzare. Esce nel finale sostituito da Ponsi.

PONSI sv, pochi minuti in campo per controllare i tentativi finali della Fermana.

TESSER 6,5, la sua squadra parte alla grande come lui aveva chiesto, ma non riesce a concretizzare le tante occasioni che ha. Nella ripresa gestisce la partita non sfruttando tutti e cinque i cambi a disposizione, forse anche perché i giocatori che aveva in panchina non erano del tutto al meglio.

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.