MIGNANI: “IN QUESTO MOMENTO SONO EMERSI DEI LIMITI CHE IN PASSATO ERANO RIMASTI NASCOSTI”

C’è grande delusione nel volto e nelle parole di Michele Mignani al suo arrivo in sala stampa per la sconfitta rimediata in pieno recupero sul campo di Fermo. “E’ una partita che rispecchia un po’ quello che stiamo vivendo nell’ultimo periodo – ha detto il tecnico gialloblù – nel secondo tempo, soprattutto nella parte finale, abbiamo faticato a trovare soluzioni. Probabilmente in questo momento vengono fuori dei limiti che in passato erano rimasti un po’ nascosti, però queste sono partite che non possono finire così. Sono deluso dal risultato e dalla partita, i ragazzi comunque si impegnano, cercano sempre di fare il massimo, ma alla fine conta il risultato e oggi il risultato è negativo“.

Abbiamo giocato – continua Mignani – la palla l’abbiamo mossa e abbiamo sbagliato spesso l’ultimo passaggio, ci vuole però tanta cattiveria per vincere il duelli. Sono arrabbiato perché ogni volta che prepariamo la partita la prepariamo per vincere, poi alla fine manca qualcosa. Cerco di essere onesto intellettualmente, siamo rimasti attaccati alle prime posizioni a lungo, ma se in questa fase di campionato perdiamo gare come queste vuol dire che qualcosa di importante non lo possiamo fare. Non è solo questa partita è già un periodo di tempo in cui andiamo in altalena e se il Modena non riesce a trovare costanza vuol dire che non può competere con quelle davanti“.

Io non sto di certo tirandomi indietro – conclude il tecnico gialloblù – dico che quando ti rendi conto che nel momento più importante del campionato non riesci a dare continuità ai risultati vuol dire che certi traguardi non li puoi ottenere ed essere realista. Adesso bisogna stare aggrappati al lavoro, stare sul pezzo, pensare alla prossima partita e pensare soprattutto a giocare, ma bisogna metterci qualcosa di più perché altrimenti le partite non si vincono“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.