MODENA-CARRARESE 2-0, TESSER: “ABBIAMO SOFFERTO, MA ABBIAMO AVUTO L’ATTEGGIAMENTO GIUSTO. AZZI DOVUNQUE LO METTI FA BENE”

Foto Vignoli

Il Modena sta crescendo dal punto di vista della compattezza di squadra e la vittoria coperto la Carrarese, dopo 75 minuti in dieci uomini, lo dimostra chiaramente. “Nei primi 15 minuti in parità numerica abbiamo fatto un bellissimo gol, ne abbiamo sfiorato un altro con la traversa piena di Tremolada, e abbiamo fatto la partita noi – ha detto il tecnico Attilio Tesser, iniziando la sua analisi della partita – poi c’è stata l’espulsione, ci ha lasciato in dieci per 75 minuti, abbiamo sofferto anche il giusto. Nel secondo tempo ci siamo organizzati meglio e dopo i primi dieci minuti abbiamo difeso bene, ma siamo anche ripartiti al punto che il portiere loro, oltre al rigore che non abbiamo realizzato, ha fatto due parate importanti. Infine abbiamo fatto il secondo gol, quindi credo che sia una partita che abbiamo meritato di vincere. Sicuramente è stata una partita sofferta fino al 94′ – continua il mister – abbiamo fatto meglio nella seconda metà della ripresa quando ci siamo messi a cinque dietro, con Mosti e Armellino che hanno accompagnato li davanti Azzi che di suo ha fatto una partita straordinaria, ma la cosa importante è stato l’atteggiamento, una squadra che è andata a giocare e che ha ripetuto anche qui in casa le prestazioni che abbiamo fatto in trasferta. Il pubblico? Ci ha sempre sostenuto dal primo all’ultimo minuto ed è stata una cosa molto bella“.

Tesser si sofferma poi sull’espulsione di Minesso. “Minesso non aveva nessun motivo per colpire, è andato a difendere la palla, la situazione è più o meno la stesso di Ogunseye a Cesena. Ha messo il braccio, oggi basta che vedano un braccio aperto e viene considerato fallo. Non ha dato gomitate e non è andato li con un gesto violento, sarebbe stato veramente sciocco e se così fosse ci sarebbe da arrabbiarsi in maniera importante. La dinamica non mi sembra questa. L’arbitro stesso a fine partita ha detto che non è stata una questione violenta, una cosa simile era successa qualche minuto prima con un giocatore della Carrarese che è stato solo ammonito, poteva quindi usare lo stesso metro. Peccato perchè Minesso era l’unico rimasto dei cinque attaccanti in rosa“.

Il mister di Montebelluna si sofferma sulla straordinaria prestazione di Paulo Azzi. “Ha fatto un grandissimo gol, perché è partito dalla nostra aera palla al piede, e una grandissima partita. Questo ragazzo è una fortuna averlo e dovunque lo metti fa bene, è un jolly che si può impiegare in più ruoli. All’inizio è stato fermo per un lungo periodo, poi è entrato benissimo nella mentalità nostra, lo abbiamo messo in difesa e si è applicato a fare anche quello. Questo che vuol dire lo spirito di adattamento, il crescere, il creare una squadra. E’ il mettersi a disposizione di ciò che viene chiesto, mi sembra che ultimamente la squadra abbia trovato la sua identità e Paulo Azzi rappresenta una parte molto importante dal punto di vista caratteriale di questa squadra“.

Infine uno sguardo alla situazione attaccanti. “Purtroppo mercoledì abbiamo la Coppia Italia – dice Tesserdico purtroppo perché giocare 75 minuti in dieci comporta un certo dispendio di energie, poi qualcosa faremo. Ho Azzi, ma spero di recuperare sinceramente anche Bonfanti, martedì farà una risonanza di controllo per averlo almeno in panchina. La mia è una speranza avendo sentito il ragazzo che mi ha detto che sta un po’ meglio. Vedremo“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.