MODENA, CONTRO LA PRO VERCELLI TRE PUNTI DI PLATINO

Foto Campanini/Baracchi

La vittoria contro la Pro Vercelli, arrivata al termine di una delle partite meno brillanti dei canarini e grazie al più improbabile dei goleador, Lino Marzorati, ha consentito al Modena di conquistare tre punti di platino per rimettere fuori la testa dalla melma della zona play out e affrontare con un pizzico di tranquillità in più la settimana di avvicinamento ad un altra trasferta molto difficile, quella di Trapani.

La partita con i piemontesi, nel grigiore generale, ha fatto vedere almeno un paio di situazioni su cui discutere. Innanzitutto Simone Gozzi, tornato al centro della difesa, è un giocatore importantissimo per dare maggiore solidità al reparto grazie alla sua esperienza e alla sua statura, tanto più in una linea a tre come quella scelta da mister Crespo nelle ultime partite.

Secondo, il centrocampo, infarcito di piedi buoni, manca però sempre di un giocatore in grado di cambiare passo e di andare con costanza ad appoggiare le punte (quello che in parte aveva fatto vedere Nizzetto a Cagliari prima di uscire per infortunio).

Infine una considerazione sulla coppia d’attacco Stanco-Granoche che, alla sua prima partita intera, ha lasciato qualche dubbio. Entrambi sono attaccanti centrali, ottimi colpitori di testa e abili soprattutto in area di rigore, ma nessuno dei due ha il cambio di passo e la capacità di partire da lontano e aprire degli spazi come aveva, ad esempio, il Babacar di due stagioni fa, un tempo di giocatore, senza scomodare il talento dell’attuale attaccante della Fiorentina, che nella rosa del Modena di oggi non sembra esistere.

(GB)