MODENA-MANTOVA, LA STORIA: DAGLI ANNI ’20 ALLA MATEMATICA SALVEZZA DEL 2017

La sfida tra Modena e Mantova, pur non essendo un derby in senso stretto, è sempre stata piuttosto sentita da entrambe le tifoserie, e alcuni precedenti sono davvero significativi. Andando a scorrere gli almanacchi, sono 21 i confronti di campionato tra canarini e virgiliani giocati nello stadio modenese, senza contare alcune interessanti sfide di Coppa Italia. Il risultato che finora si è verificato più volte è il pareggio (12, contro 7 vittorie dei modenesi e soltanto 2 dei mantovani). Se si eccettuano due precedenti storici tra gli anni ‘20 e ‘40, entrambi terminati con la vittoria gialloblù (il primo nell’immediato dopo Grande Guerra, stagione 1919-20, fu un 2-0 firmato dalla doppietta di Pippo Forlivesi e con un rigore parato dal portiere virgiliano Raffaldini al canarino Boni), la sfida ha vissuto le sue stagioni più intense negli anni ‘60 e a metà degli anni 2000, in entrambi i casi dopo le risalite dei biancorossi dalle categorie inferiori.

Nel campionato di serie B 1959/60 la prima vittoria mantovana al Braglia (1-0 con rete di Uzzecchini). Una sconfitta contro un avversario già tranquillo, che fece precipitare i gialloblù nel baratro con la conseguente prima caduta in serie C della loro storia. Due i confronti in serie A tra il 1962 e il ‘64, dopo la clamorosa doppia promozione geminiana, conclusi entrambi in parità. Il Modena tornò alla vittoria nel torneo di B 1968/69, 1-0 firmato da Soncini, conquistando a fine stagione una soffertissima salvezza, mentre il secondo e ultimo successo virgiliano è quello della serie C1 1978/79, uno dei campionati peggiori della storia canarina, 2-1 con doppietta di Bardelli e rete modenese di Stefanello. Tre anni dopo, il gol di Rabitti contro il Mantova diede l’illusione al Modena di Giorgi di poter ancora lottare per la promozione, naufragata però la settimana successiva in quel di Trieste.

E arriviamo agli anni 2000 e in particolare alla serie B 2005/06, quando fu proprio il rognoso Mantova di Di Carlo (con Tano Caridi, Noselli e il figlio d’arte Gabriele Graziani in campo) a fermare i Gialli di Pioli nella loro rincorsa alla serie A. Sia in campionato che nei Play Off al Braglia finì 0-0 con il bomber canarino Bucchi (foto) in seria difficoltà contro il ruvido e arcigno difensore Cioffi. Soprattutto nella sfida dei Play Off si avvertì particolarmente l’assenza di Gyan Asamoah, già partito con il Ghana per il Mondiale berlinese. Molto importante per la salvezza fu invece la vittoria che il Modena di Apolloni conquistò contro il Mantova nella primavera del 2009, 1-0 firmato da Andrea Catellani.
Addirittura decisivo per la permanenza in serie C l’ultimo confronto, quello del 2017, quando i gialloblù guidati da Eziolino Capuano, grazie alle reti di Nolè e Giorico, conquistarono contro i biancorossi la salvezza matematica.

COPPA ITALIA, LA SFIDA AI RIGORI DEL 2006

Modena e Mantova si sono affrontate in diverse occasioni anche in Coppa Italia, sia quella maggiore che quella di serie C. L’ultima volta risale all’estate 2006, una delle prime uscite significative del nuovo Modena di Luca Baraldi, con in panchina Daniele Zoratto. Al Braglia la gara fu molto combattuta. I canarini andarono in vantaggio con una rete di Ivan Tisci, ma furono raggiunti nella ripresa da un rigore trasformato da Tano Caridi. Per la qualificazione al turno successivo furono necessari i rigori, nei quali fu il Modena ad avere la meglio, grazie agli errori virgiliani di Tarana e Noselli.

I PRECEDENTI AL BRAGLIA

1919-20: Prima Categoria, gruppo Emiliano:  MO-MA 2-0 (doppietta di Forlivesi e rigore parato dal portiere del Mantova Raffaldini al modenese Boni) 

1944: Campionato Alta Italia: MO-MA 5-0 (Bulgarelli, Zironi II 2, Zironi I 2) 

1959-60: (B) MO-MA 0-1 (Uzzecchini)

1962-63: (A) MO-MA 0-0, la settimana immediatamente successiva il celebre 7-1 subito nel derby dei sette magnifici col Bologna. Alla fine entrambe le squadre salve. 

1963-64: (A) MO-MA 1-1 (Volpi (MA), Conti (M) ), espulso nel finale Rubens Merighi del Modena. 

1965-66: (B) MO-MA 0-0, Mantova in A e Modena salvo. 

1968-69: (B) MO-MA 1-0 (Soncini) (Modena salvo solo all’ultima giornata)

1969-70: (B) MO-MA 1-1 (Festa (MO), Blasig (MA) )

1970-71: (B) MO-MA 0-0 (Mantova alla fine in serie A) 

1978-79: (C1) MO-MA 1-2 (Bardelli 2 (MA); Stefanello (MO) ), nel Mantova giocava anche Sauro Frutti. Modena alla fine addirittura in C2. 

1980-81: (C1) MO-MA 0-0 (Modena alla fine salvo con tanti pareggi). 

1981-82: (C1) MO-MA 1-0 (Rabitti)

1984-85: (Coppa Italia): 1-1 (Grop (MA), Cuoghi (MO )

1988-89: (C1): MO-MA 2-1 (Aimo e Sanguin (MO); Pedrazzini (MA), due espulsi, uno per parte (Costi e Baldini). 

1988-89: (Coppa Italia): MO-MA 2-1 (Conselvan e Fornasier (MO); Perrotta (MA), Modena che passa il turno in virtu anche del pareggio per 2-2 dell’andata al Martelli

1989-90: (C1) MO-MA 0-0 (Modena in dieci per quasi tutta la partita a causa dell’espulsione di Nitti al 13’ per fallo di reazione. In panchina canarini senza allenatore perché Ulivieri era squalificato). 

1998-99: (Coppa Italia C) MO-MA 0-1 (Della Giovanna). 

2005-06: (B) MO-MA 0-0 (doveva essere il debutto del campionato ma slittò per la protesta dei sindaci sulla decisione di giocare al sabato la serie B). 

2005-06: (B) Play Off MO-MA 0-0 (Modena senza Asamoah già partito per i Mondiale di Germania col Ghana). 

2006-07: (B) MO-MA 2-2 (Mantova avanti di due gol con Caridi su rigore e Godeas, e nel finale i gol di Campedelli (84’) e Longo (92’) a trovare un pareggio insperato, ma molto importante in chiave salvezza). 

2006-07: (Coppa Italia) 5-4 (dcr) (1-1 Tisci, Caridi (Rig) ). A sbagliare furono Tarana e Noselli. 

2007-08: (B) MO-MA 2-2 (Godeas, Doga (MA), Bruno e Tamburini in pieno recupero per il Modena). 

2008-09: (B) MO-MA 1-0 (Catellani all’80’, vittoria importantissima nella rincorsa alla salvezza). 

2009-10: (B) MO-MA 1-1 (Catellani (MO, Malatesta con una incredibile rovesciata per il Mantova che a fine stagione retrocesse in serie C). 

2016-17: (SC) MO-MA 2-0, (Nolè, Giorico), il Modena di Capuano matematicamente salvo. 

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.