MODENA, MIGNANI: “MATTIOLI E VARUTTI A DISPOSIZIONE, GERLI QUASI. GUBBIO? AVVERSARIO DIFFICILE”

Le parole di mister Michele Mignani alla vigilia del primo match del girone di ritorno per il Modena, che affronterà al Braglia il Gubbio.

E’ stata una settimana normale e di lavoro. E’ chiaro che non volevamo la sconfitta di domenica scorsa, ma sappiamo che tipo di campionato sia. Come succede spesso abbiamo dovuto gestire qualche problema, ma Mattioli e Varutti sono a disposizione, Gerli sta meglio, ma lo valuteremo meglio tra oggi e domani mattina. Costantino? Noi monitoriamo sempre i giocatori, la settimana scorsa Costantino ha dato ottimi segnali ed è stato giusto dargli la possibilità in partita. Il mercato? La società è vigile. Non credo che sia il momento giusto per parlarne, la squadra deve pensare solo alla partita di domani. La mia rosa è più che soddisfacente per fare quello che dobbiamo fare: è chiaro che se ci sia la possibilità di migliorare la società si farà trovare pronta. Il Gubbio? E’ una squadra diversa rispetto alla prima di campionato, ma anche il Modena è diverso. E’ un formazione difficile da affrontare per chiunque: ha giocatori di qualità dalla metà campo in avanti. Bisogna stare attenti. Rabiu? Non è ancora pronto per lavorare in gruppo: ha avuto un problema muscolare e poi ha avuto una ricaduta. Le sue fasce muscolari sono importanti e non vogliamo rischiare. Il vice Gerli? Abbiamo diverse opzioni, lo possono fare quasi tutti i centrocampisti a disposizione. Abbiamo provato anche il modulo con due mediani. Il Cesena? Se si guardano i numeri può essere considerata una delle sorprese del campionato. Il girone di ritorno però sarà diverso dal girone d’andata e confermare i punti fatti sarà difficile. Però ha dei valori e non è un caso che occupi questa posizione in classifica. Giocare alle 12.30? Cambia la gestione dell’arrivo alla partita: bisogna ‘pranzare’ alle 9 di mattina, ma la settimana si è sviluppata nella stessa maniera. Credo che alla fine non cambierà più di tanto. Sodinha e De Santis? Se sta bene Sodinha può giocare dal primo minuto, ma può avere difficoltà a mantenere gli stessi ritmi per i 90 minuti. Può essere decisivo anche a gara in corso. De Santis è un jolly ma a me non piace mettere i giocatori fuori ruolo. A destra andrebbe bene, mentre come terzino sinistro lo vedo molto adattato“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.