MODENA, MIGNANI: “STAGIONE EMOTIVAMENTE POCO EQUILIBRATA. SI DEVE VALUTARE IL PERCORSO E NON LA SINGOLA PARTITA”

Le parole Michele Mignani, mister del Modena, alla vigilia della trasferta con la Fermana, in programma domani alle 17.30.

Vincere cinque partite di fila non sarà una cosa semplice. L’obbiettivo di domani è quella di provare ad andare a vincere. Quando cerchi di costruire una mentalità vincente e nel corso di una partita non trovi la via, è più facile perdere che pareggiare. La Fermana? E’ una squadra con una sua identità ed è compatta. Sarà una partita difficile in un campo altrettanto difficile. Ha giocatori di qualità sugli esterni. Abbiamo preparato la partita in modo tale da imporre il nostro gioco all’avversario. Gli infortuni? Monachello comincia a stare meglio, ma non è al 100%, però può tornare in campo. Rabiu potrebbe essere convocato, anche se non scenderà in campo. Tulissi ha un problema e potrebbe stare a riposo. Sodinha? Sta bene, continua il suo percorso settimanale, ma sta dando buona continuità in allenamento. Quando abbiamo deciso di cambiare modulo, lui ha caratteristiche diverse essendo un trequartista classico. E’ una scelta tecnica, e anche se ha avuto meno spazio, è un ragazzo meraviglioso e dà sempre una grande mano. La vittoria di Cesena ci ha ridato entusiasmo, lo stesso che cerco di dare sempre in ogni allenamento. Abbiamo vissuto questa stagione con alti e bassi dal punto di vista emotivo, con poco equilibrio. Non bisogna valutare una singola partita ma il percorso della squadra. La coppia Scappini-Pierini? Pierini era la prima partita intera che faceva da tempo, ed è difficile fare una sua valutazione, anche se è in crescita costante. Scappini vive per il gol, e quando non riesce a segnare è molto critico verso sé stesso. Ma quando uno lavora per la squadra la sua prestazione non può che essere positiva. Gli altri gironi? A prescindere dai play-off si guardano sempre, anche per curiosità e per studiare le partite. Ma è inutile stare a guardare il risultato degli altri“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.