MODENA-PISTOIESE, L’AVVERSARIO: ARANCIONI MOLTO ABBOTTONATI IN DIFESA, IN AVANTI C’E’ VANO

Tra il Modena e l’ottava vittoria consecutiva in campionato c’è la Pistoiese, una squadra che lotta per salvarsi e in classifica è terz’ultima con 14 punti, ma non facile da affrontare visto che punta soprattutto su una fase difensiva piuttosto arcigna. Se infatti gli arancioni, con 11 gol all’attivo, hanno il secondo peggior attacco del torneo dopo quello del Grosseto, la difesa con 18 reti subite è da zona play off. Sulla panchina dei toscani, ripescati in estate dopo la retrocessione dello scorso campionato, siede il 49enne David Sassarini, un tecnico che ha alternato esperienze con settori giovanili ad altre con squadre di categoria. Tre sono gli ex giocatori del Carpi nella rosa della Pistoiese: il portiere Alessio Pozzi, il difensore centrale Sabotic e l’attaccante Michele Vano, in prestito dal Perugia, miglior bomber della squadra con tre reti assieme all’altra punta Pinzauti.

Gli arancioni si schierano di solito con il 3-5-2 che diventa un 5-3-2 in fase di copertura. In porta dovrebbe giocare il giovane di scuola Crotone Gian Marco Crespi, mentre la difesa a tre potrebbe essere composta dallo stesso Sabotic, al rientro dopo un turno di squalifica, e dagli esperti Gennari e Ricci, quest’ultimo ex Cesena. A centrocampo Antonio Romano è il regista centrale, mentre i terzini Moretti e Martina hanno il compito di fare tutta la fascia e magari mettere in mezzo qualche cross per la coppia d’attacco Vano-Pinzauti. In alternativa a loro c’è il baby D’Antoni, classe 2002, in prestito proprio dal Modena.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.