MODENA, TESSER: “CON CINQUE CAMBI TUTTI SONO TITOLARI. NOI COME IL MONZA? NO E’ UN ALTRO CAMPIONATO”

Le parole di mister Attilio Tesser, alla vigilia del primo match stagionale a Pesaro per il turno di Coppa Italia.

“Sono sereno e consapevole di essere all’inizio di un percorso, spero bello ma sicuramente difficile. Sono curioso di vedere a quale punto sia la squadra, perché da domani si comincia a fare sul serio. Giovannini? Non lo conoscevo e domani sarà a disposizione. E’ molto qualitativo e può giocare in molte posizioni: io lo vedo come Mosti, dietro alle punte, perché là davanti siamo a posto. I convocati? Non ci sarà Scarsella per un problema all’adduttore, e perché la prossima settimana ci sarà il campionato. Ingegneri ha un problemino e dobbiamo ancora decidere. La Vis Pesaro? Non sono riuscito a trovare alcun loro video, non conosco un granché. Hanno cambiato tanto anche loro, e hanno un tecnico preparato. L’anno scorso sono state due partite impegnative e lo sarà anche domani. Sarà la prima partita ufficiale, e vincere aiuta a rafforzare il morale del gruppo. La squadra deve essere pronta dal punta di vista mentale, perché i risultati positivi portano a questo. La coppia d’attacco? Il calcio non è cambiato, a parte i cinque cambi a disposizione: più il gruppo è forte e più i cinque cambi possono cambiare una partita. Non ci sono titolari, lo sono tutti, sarà il campo a dirmelo. Sulla carta Ogunseye e Marotta hanno un ruolo importante, ma il salto qualitativo di una squadra si vede quando tutti i giocatori si sentono titolari. Se uno si sente sminuito può decadere tutto. Il Modena come il Monza due anni fa? Ringrazio la stima dell’allenatore della Vis Pesaro. Nessuno si vuole nascondere, vogliamo essere una squadra che punta a salire. Abbiamo avuto un rinnovamento importante, ma crediamo di avere una squadra competitiva fino in fondo. Ci siamo noi ma anche le tre retrocesse, una cosa mai successa che fossero nello stesso girone. Guardate bene le loro rose: l’Entella ha una squadra importante per la serie B, così come la Reggiana e il Pescara. Ai tempi del Monza c’era solo lei, noi siamo una di quelle quattro o cinque (tra cui il Siena) squadre che lotteranno per il campionato. Penso che il nostro sarà il girone più difficile di tutti. I tifosi? Sarà importante. I tifosi del Modena si sentono eccome. Se remeremo tutti nella stessa direzione potremo creare qualcosa di importante. Ho visto i tifosi a Fanano e sono molto passionali e carichi. Castiglia e Costantino? Domani non saranno convocati. E’ una decisione della società”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.