PARMA-MODENA, LE FORMAZIONI: FUORI CITTADINI, DUBBI SUL MODULO, 4-3-2-1 O 3-5-2?

(foto Modena FC 2018)

Il Modena cerca una prestazione importante per ritrovare fiducia e magari conquistare qualche punto nella difficile trasferta di Parma. Un derby magari meno sentito di quelli con Reggiana e Bologna e forse anche Cesena, ma che ha comunque regalato in passato partite molto intense e combattute. Nei canarini assente Cittadini squalificato, mentre Bonfanti, non al meglio, è comunque tra i convocati. Mister Tesser non ha ancora sciolto i dubbi sul modulo a cui si affiderà, se il classico 4-3-2-1 o un più prudente 3-5-2. Se dovesse essere quest’ultima soluzione, Silvestri sostituirebbe Cittadini nei tre di difesa, mentre in avanti potrebbe essere lo stesso Tremolada a fare da raccordo girando intorno all’unica punta Diaw. Il fantasista gialloblu nel case sarebbe in ballottaggio con un recuperato Falcinelli. A centrocampo confermato Poli, che ha altre due settimane di allenamento sulle gambe, di fianco a Gerli e uno tra Armellino e Magnino.

Questa potrebbe essere la formazione dei gialloblu del Tardini (3-5-2): Gagno, Silvestri, De Maio, Pergreffi; Oukhadda, Armellino, Gerli, Poli, Azzi; Tremolada (Falcinelli), Diaw. All: Tesser.

Il Parma, invece, reduce da un ottimo periodo di forma ha molti meno dubbi e Fabio Pecchia dovrebbe puntare su un 4-2-3-1 con Roberto Inglese punto di riferimento in avanti. Ancora fuori Cobbaut, Buffon, Romagnoli, Ansaldi e Charpentier, sono invece recuperati Chichizola e Coulibaly.

Questo il probabile undici dei Ducali (4-2-3-1): Chichizola, Del Prato, Osorio, Valenti, Oosterwolde; Vazquez, Estevez; Sohm, Bernabè, Tutino; Inglese. All: Pecchia.

La partita sarà trasmessa in diretta sulle frequenze di Radio Gamma. Cronaca testuale su Modenasportiva.it a partire dalle 15.