DUE SQUADRE LAZIALI SULLA STRADA DI MODENA E CARPI

Se dovesse essere paragonato ad un piatto, il week end che aspetta Modena e Carpi, sarebbe decisamente un piatto di Maccheroni cacio e pepe o una portata di Bucatini alla amatriciana. Il perché è presto detto: il Modena sarà impegnato nell’insidiosissima trasferta di Frosinone, i ciociari sono la capolista di questa serie B, contro i gialloblu allenati dall’ex giocatore del Torino, Roberto Stellone. L’ex attaccante giocava sotto la mole quando l’allenatore dei granata era proprio Novellino e in campo c’erano anche diversi gialloblù attuali come il DS Taibi e l’allenatore della Primavera Barone. La squadra di Stellone è la vera rivelazione della serie B di quest’anno, occupa il primo posto in classifica con 15 punti in condominio con l’Avellino. Quella che sabato giocherà in casa, è una squadra tutta muscoli e cattiveria con anche un pizzico di corsa. Una squadra grintosa come il suo allenatore, chissà mai che Stellone non abbia preso la grinta dal suo ex tecnico proprio in granata? Tra le file ciociare c’ è anche aria di derby per un giocatore che è stato molto rappresentativo per il Sassuolo, stiamo parlando di Gaetano Masucci. L’esterno dopo essere stato protagonista in Emilia con la maglia con la maglia sassolese e dopo aver ottenuto due promozioni dalla lega Pro alla massima serie, si è trasferito in Lazio ed è diventato subito uno dei punti fermi della formazione ciociara.
Oltre all’ex Sassuolo, ci sono altri elementi d’esperienza e valore che possono mettere in assoluta difficoltà la banda di Novellino. Il tecnico canarino dovrà essere bravo a dare le giuste motivazioni per cercare di portare a casa i tre punti da una trasferta molto ostica contro un suo ex giocatore come Roberto Stellone che gli ha dato parecchie gioie con i gol che segnava quando era ai suoi ordini ma che sabato cercherà in tutti i modi di mettere i bastoni tra le ruote al suo ex tecnico.

Il Carpi invece giocherà al Cabassi contro l’altra squadra proveniente dal Lazio della serie B, il Latina. La squadra Pontina può essere paragonata ad un leone ferito: indicata come una delle compagini più forti della categoria ad inizio anno, il gruppo nero-azzurro non ha risposto alle aspettative tanto da far esonerare il tecnico Mario Beretta e far tornare l’artefice del miracolo dell’anno scorso, colui che ha rischiato di fare la doppia promozione dalla C1 alla serie A, sfumata nella finale play-off contro il Cesena: stiamo parlando di Roberto Breda. La squadra si è rinforzata molto nel mercato estivo, sono arrivati nomi che per la B sono di prestigio come l’ex Parma e Bologna Valiani, Nando Sforzini (vecchia conoscenza dalle nostre parti) e il gioiellino del Milan classe ’95 Petagna. Castori è avvisato, anche se i laziali occupano le parti basse della classifica con 7 punti, rimangono sempre un avversario da temere. Sarà quindi un week end di incroci tra le squadre della provincia di Modena e quelle della regione Lazio, signori mettetevi comodi, lo spettacolo sta per cominciare.

Di Filippo Mattioli