MOTORI, PRESENTAZIONE DELLA FERRARI: UN ROSSO DIVERSO PER VINCERE

La presentazione della nuova Ferrari è da sempre un evento per gli appassionati di Formula Uno. E così è stato anche per la SF90, la monoposto del Cavallino che dovrà cercare di interrompere il dominio Mercedes nel Mondiale, la prima da quando Mattia Binotto ha sostituita Maurizio Arrivabene.

La SF90 è la sessantacinquesima monoposto realizzata dalla Ferrari ed è stata realizzata nel rispetto dei nuovi regolamenti. Tra le modifiche più evidenti quelle alle ali anteriori e posteriori. L’ala anteriore è una delle componenti più importanti della vettura in quanto non solo produce carico anteriore ma determina la qualità del flusso al retrotreno che è un fattore chiave per avere una buona aerodinamica. Nel 2019 l’ala anteriore è stata semplificata per regolamento. La larghezza aumenta fino a 2 metri, esattamente uguale alla carreggiata della vettura, mentre il numero di profili orizzontali non può essere superiore a cinque. Gli elementi verticali che si trovavano alle estremità dell’ala sono stati eliminati e la geometria delle bandelle verticali (endplates) semplificate. Lo scopo di questi cambiamenti è rendere il comportamento di una vettura che ne segue un’altra meno critico. Anche l’ala posteriore è stata modificata ed è più larga e alta. I deviatori di flusso sulle fiancate sono stati ridotti in altezza, mentre le prese d’aria dei freni anteriori sono state semplificate.

Semplificate, rispetto all’anno scorso, le prese d’aria dei freni, un elemento fondamentale in una monoposto di Formula Uno, che nel corso degli anni erano diventate fin troppo sofisticate, al punto da arrivare ad avere anche una funzione aerodinamica. Altro elemento di novità è nei pesi. Il regolamento 2019 della Formula 1 prevede che il peso della vettura salga da 733 chilogrammi a 743 (10 in più di un anno fa), mentre la quantità di carburante disponibile per la gara aumenta di cinque kg, da 105 a 110. Inoltre viene stabilito che il peso minimo del pilota con il suo equipaggiamento (incluso il sedile) non deve essere inferiore a ottanta kg. Qualora l’insieme non arrivi agli ottanta kg sarà necessario piazzare della zavorra in posizioni predeterminate nella zona dell’abitacolo. La quantità di carburante disponibile per la gara è salita da 105 a 110 kg. La SF90 è la sesta vettura della generazione ibrida della Formula 1 iniziata nel 2014.

Alcuni dati tecnici: il telaio è in materiale composito a nido d’ape in fibra di carbonio con protezione halo per l’abitacolo; il cambio è longitudinale e a otto marce più retro; il comando semiautomatico sequenziale è a controllo elettronico con cambiata veloce; c’è il differenziale autobloccante a controllo idraulico; i freni a disco auto ventilanti in carbonio Brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori; le sospensioni posteriori sono a puntone (schema push-rod), quelle posteriori a tirante (schema pull-rod). Il motore è di cilindrata 1600cc con sovralimentazione a turbo singolo. Dal punto di vista estetico, la nuova SF90 è di un colore rosso opaco diverso da quello tradizionale, con pochissimo bianco e qualche elemento di nero.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.