GOLF: LA “SECCHIA RAPITA” RIMANE A MODENA

La  “Secchia Rapita” rimane a Modena per il settimo anno consecutivo. Anche quest’anno sono i modenesi ad imporsi in questa “Ryder Cup” alla emiliana che vede i migliori giocatori delle due città sfidarsi buca dopo buca.

Una sfida davvero emozionante, come hanno dimostrato i tanti appassionati di golf che hanno seguito  i golfisti sia sabato a Bologna che domenica al Modena Golf & Country Club di Colombaro.

Istituita nel 1996 la competizione ha visto spesso vittorie al fotofinish anche perché le squadre che scendono in campo sia per Modena che per Bologna sono formate dai migliori giocatori del circolo fra quelli disponibili e liberi dalle  competizioni all’estero e in Italia al momento, i nomi di chi viene convocato sono top secret e gli abbinamenti avvengono soltanto pochi minuti prima dell’inizio.

La squadra modenese era formata da: Tommaso Soragni, Riccardo Bregoli, Francesco Bruni, Miguel Orzi, Giovanni Delorenzi, Gabriele Schirinzi, Nicola Iaccheri, Enrico Gatti, Giacomo Camocardi, Pietro Antonio Trenti, Roberta Rovatti, Riccardo Rovatti, Ernesto Artioli Gnoli, Marco Guerzoni e Christer Carling. 

In totale i modenesi hanno vinto 11 match, pareggiati tre e persi unicamente 4. 

Una piccola ma interessante curiosità, la secchia originale, che aveva quasi 20 anni di vita, e che recava i vincitori di anno in anno, passata nei vari anni da un circolo all’altro è misteriosamente sparita mentre si trovava nel Club felsineo ed è stata sostituita da un modello più smart in attesa e nella speranza di essere ritrovata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.