ZIRONELLI: ” SODDISFATTO DELLA PRESTAZIONE. QUANDO STAREMO TUTTI BENE, CI DIVERTIREMO”

Le parole di mister Zironelli nel post partita di Modena – Vicenza:

“Il primo tempo non mi sono tanto divertito. Era una partita un po di studio, non eravamo molto fluidi. Siamo stati bravi a far girare il pallone. Nel secondo tempo siamo venuti fuori con più occasioni. Pazienza, è stata una partita combattuta. E’ arrivato un pareggio, sono contento della prestazione e del punto. Possiamo andare molto più forte quando saremo in condizione. Ci sono ampi margini di miglioramento. Siamo sempre riusciti a ripartire quando loro si sbilanciavano in avanti. Se buttavamo dentro la palla era meglio, però sono soddisfatto della partita. Siamo stati bravi a chiudere tutto, a partire dalle uscite di Gagno e della difesa.
In primo luogo ora dobbiamo recuperare gli infortunati e poi miglioreremo. Gagno non è il primo portiere definitivo, ho scelto lui perchè è bravo in fase di palleggio. Li farò girare, come ho fatto a Mestre e alla Juve.
Questa è una squadra unita, sono contento di questo perchè non c’è calo di tensione quando ci sono i cambi. Volevo mettere un quarto d’ora Sodinha ma poi si è fatto male Politti quindi non ho potuto perchè avevo finito i cambi.
Sensazioni? Bello da tutte due le parti, era da diciannove anni che non venivo sotto la Montagnani. Mi ha fatto venire in mente un sacco di cose, soprattutto Paolino Ponzo. Mi rimarrà per sempre tutto quello passato. Tutto molto bello, perchè ci hanno sostenuto fino alla fine. Ho apprezzato tutti i piccoli gesti fatti, dallo stesso presidente che mi è venuto ad abbracciare prima della partita.
Il mio obbiettivo è raggiungere l’eccellenza: i miei giocatori ce l’hanno nelle corde. Siamo sul pezzo, da domani già testa alla prossima partita.
De Grazia, Duca, Sodinha possono darci quel cambio di gioco con le loro giocate che possono cambiare la partita. Non voglio alibi ora, però avremmo la possibilità di dimostrare tutto quello che sappiamo fare.
Abbiamo avuto un atteggiamento completamente diverso nei calci piazzati, oggi molto bene.

Ho voluto Perna al mio fianco perchè quando c’è da fare crescere un giovane, lui è perfetto. Tutti i ragazzi mi stanno seguendo, questa settimana abbiamo mollato il freno a mano e abbiamo fatto il salto mentale. Qui non c’è titolare e riserva: io voglio portare tutti a livello alto. Quando staremo tutti bene, ci divertiremo.”

Andrea Pellacani

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.