DINAMO MOSCA TROPPO FORTE, LA LIU JO CEDE IN TRE SET

Troppo forte la Dinamo Mosca per le ragazze della Liu Jo Nordmeccanica Modena. Le bianconere restano in partita praticamente solo nel primo set, nel quale sfiorano anche il successo andando avanti 22-20. Le russe però reagiscono e chiudono 25-22. Da lì in poi si spegne la luce e la Dinamo Mosca non concede più nulla chiudendo agevolmente 3-0. Al ritorno servirà una vera e propria impresa già per arrivare a giocarsi la qualificazione al Golden Set. Questi i parziali: 22-25; 13-25; 13-25. Sabato alle 20,30 ancora al Palapanini, la sfida contro il Sud Tirol, decisiva per la posizione nei Play Off.

 

CRONACA DELLA PARTITA SET PER SET

Primo set.
Coach Gaspari si affida al suo sestetto tipo dell’ultimo periodo con Ferretti al palleggio, Brakocevic a completare la diagonale principale, Bosetti ed Ozsoy in posto quattro, Heyrman e Belien al centro con Leonardi libero. Dall’altra parte c’è Kosianenko in regia, Goncharova opposta, De La Cruz e Shcherban in posto quattro, Poljak e Fetisova al centro con Malova libero.
Subito Bosetti a mettere per terra un paio di palloni importanti, poi serve trovare buoni colpi dai nove metri e allora le bianconere forzano, ma senza trovare il campo sui primi servizi del match. Mosca va sul 4-7 prima del 3-0 che rimette in parità tutto, ma è Goncharova a portare il match al primo time out tecnico. Al ritorno in campo Ozsoy pareggia poi la palletta di Brakocevic per il sorpasso, ma le ospiti tornano avanti con l’ace di Kosianenko per l’11-12 e sfruttano un paio di errori modenesi per portarsi sul 12-15. Time out, allora, per coach Gaspari poi Ozsoy viene murata per il 13-17, ma l’errore la fa scatenare: tre punti per lei, due muri consecutivi di Belien ed è 18-18. Time out per Mosca e al ritorno in campo ancora Ozsoy attacca un pallone vagante per il sorpasso. Modena tiene, trova il break con l’ace del 22-20 di Brakocevc e allora ancora stop per Panchenko. Nel momento caldo per le ospiti entra in scena De la Cruz: cambio palla e due muri per il sorpasso che porta Gaspari a giocarsi a sua volta l’ultimo discrezionale. Non sbaglia più nulla Mosca a muro e ne pesca altri due con Poljak per ribaltare definitivamente la situazione e portare a casa il parziale.

Secondo set.
Si riparte con i sestetti d’inizio gara e sulla scia del finale di set precedente parte subito avanti Mosca: De la Cruz e due errori di Ozsoy per lo 0-4 che porta coach Gaspari a fermare subito il gioco. Ancora due errori, poi il cambio con Caracuta al posto di Ferretti, ma Fetisova porta il set al time out tecnico sull’1-8. Non riesce a ritrovare ritmo Modena che sbaglia troppo e con l’ace di De la Cruz finisce sotto 2-11. Gaspari va a cercare di riannodare i fili con il secondo time out a disposizione, trova buoni colpi da Brakocevic che dalle ultime fasi del primo set non era più stata chiamata in causa, ma non accorcia in maniera considerevole. Goncharova mette a terra il pallone del +7 al secondo stop tecnico. Bosetti al ritorno in campo trova un altro cambio palla, poi il meccanismo bianconero torna ad inchiodarsi, tornano gli errori e Mosca ha vita facile ad allungare nuovamente chiudendo 13-25.

Terzo set.
Coach Gaspari conferma il sestetto d’inizio gara, Bosetti porta Modena sul 2-1 poi un nuovo blackout, con un parziale di 6-0 per le ospiti che peserà nell’economia del set come l’avvio del precedente. L’ace di Bosetti accorcia le distanze sul 4-7, ma le bianconere non riescono più a trovare la fluidità di gioco del primo parziale. A tratti il cambio palla funziona, ma il contrattacco raramente e allora le distanze non si accorciano. Con Goncharova la Dinamo rosicchia altri punti, l’ultimo acuto è di Ozsoy per il 9-12 poi Mosca allunga nuovamente e chiude i conti senza difficoltà ancora una volta 13-25.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.