LE PAGELLE DEL VOLLEY: HOLT L’ULTIMO A MOLLARE, MALE ROSSINI

BRUNO 5,5: serata no per il regista brasiliano. Dopo un primo set sul velluto, perde un po’ la bussola, non supportato però da una ricezione adeguata. Regala lo stesso al folto pubblico modenese un paio di giocate da standing ovation.

SABBI 6,5: il grande ex non sente la pressione del match. Solito generosità in difesa e percentuali d’attacco molto elevate per l’opposto laziale. Pesano però le 4 murate subite e gli 8 errori al servizio.

NGAPETH 6: croce e delizia per l’Azimut. Straripante nel primo set, cala col passare del tempo, fino a subire, nell’ultimo parziale, 3 murate consecutive che hanno condannato definitivamente Modena.

URNAUT 5,5: percentuali d’attacco ai minimi storici per lo schiacciatore sloveno (appena 33%). Si riscatta a muro, mettendone a segno 4.

HOLT 7: l’ultimo a mollare. Nel quarto set, due suoi ace consecutivi avevano illuso Modena di potersela giocare al tie-break. Qualche errore in più del solito in attacco.

MAZZONE 5,5: entra a partita in corso, al posto di uno spento Bossi. Avendo sulle gambe solo un allenamento coi compagni, dopo l’affaticamento muscolare, non è riuscito a dare il suo solito contributo in attacco e a muro.

ROSSINI 5: era stato uno dei migliori in campo, fino al turno di 8 battute in salto flot di Cester che, nel quarto set, hanno permesso a Civitanova di ribaltare il parziale e portare a casa la vittoria.

STOYTCHEV 6: come in Supercoppa, la squadra è partita subito forte, dimostrando di potersela giocare alla pari. Ma, col passare della partita, il maggior talento e la maggior lucidità dei campioni in carica ha fatto la differenza.

 

LUBE CIVITANOVA: Christenson 7; Sokolov 6,5; Juantorena 8; Sander 6,5; Candellaro 7,5; Cester 7,5; Grebennikov 6,5. All: Medei 7

di Mattia Amaduzzi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.