LE PAGELLE DI MODENA VOLLEY: ZAYTSEV L’ULTIMO A MOLLARE, MALE ANZANI E KALIBERDA

CHRISTENSON 6: ha cercato di gestire al meglio i suoi, affidando però le palle che scottano a Zaytsev. Poco incisivo al servizio e meno solido del consueto a muro.

ZAYTSEV 6,5: l’ultimo a mollare e il primo a suonare la carica nei momenti difficili. Non sente affatto la pressione, impreziosendo il suo ex pubblico con grandi giocate. Anche lui però si arrende allo strapotere tecnico e fisico di questa Perugia che, al momento, fa veramente paura.

URNAUT 5,5: molto bene in attacco, con 0 murate subite, in sofferenza in ricezione, con 6 errori. Però è difficile trovare qualcuno che riesca a ricevere una battuta di Leon, scagliata a 134 km/h.

KALIBERDA 5: Velasco torna a dargli fiducia, dopo la deludente prova con Padova, ma il tedesco stecca nuovamente. In difficoltà in ricezione, poco incisivo in attacco e in difficoltà a muro.

HOLT 6,5: parte con il freno a mano tirato, salvo poi crescere nel corso del match. Il più propositivo dei suoi a muro, con 3 block vincenti.

ANZANI 5: ha sentito enormemente la pressione dell’ex di turno, non riuscendo ad essere protagonista né in attacco né a muro.

ROSSINI 5,5: tiene come può la retroguardia canarina, ma i battitori di Perugia sono in uno stato di grazia tale da essere infermabili. Disattento pure in difesa.

BEDNORZ 6: subentra al posto di Kaliberda, mettendosi subito in mostra.

VELASCO 5,5: commette forse qualche errore di formazione, schierando Anzani e Kaliberda al posto di Mazzone e Bednorz. La squadra ha provato a reagire, ma adesso è un impresa per chiunque riuscire a strappare punti a questa Perugia.

 

MA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.