LIU JO IN DIFFICOLTA’: NOVARA SI PORTA AVANTI 2-1 NELLA SERIE

Il sogno chiamato Liu Jo Nordmeccanica sta svanendo poco a poco. In gara 3 le bianconere, dopo essere andate meritatamente in vantaggio, sono state rimontate dalle padrone di casa della Igor Gorgonzola Novara; il punteggio finale recita 3-1 (24-26, 25-23, 25-20 e 25-21) per le piemontesi. L’aspetto più preoccupante del match è stato l’atteggiamento delle ragazze di Gaspari; più volte nell’arco della stagione era stato lodato il sacrificio della Liu jo, e la voglia delle giocatrici di lottare su ogni pallone. Con Novara però questo spirito sembra svanito. Non bisogna però dimenticare la grande prestazione di Piccinini e compagne, capaci di mettere in campo un’ottima pallavolo, molto solida ed efficace.

Alla Liu Jo è mancato l’apporto delle sue migliori giocatrici. La capitana Brakocevic è stata molto discontinua e ha sbagliato numerosi palloni in rigiocata; le centrali sono mancate sottorete e al servizio; la palleggiatrice Ferretti non ha permesso alle sue attaccanti di entrare al meglio in partita, alzando palloni non sempre precisi; mentre Caterina Bosetti ha faticato, come in gara 2, sia in attacco che in ricezione. Le uniche a non aver mollato sono state il libero Leonardi e la schiacciatrice Oszoy (top scorer di Modena con 20 punti).

Le armi con cui Novara ha scardinato la difesa bianconera sono state la ricezione e il muro. Nel primo fondamentale a spiccare è stata l’intramontabile Francesca Piccinini (93% in ricezione), mentre l’opposta Barun, oltre che in attacco, è stata dominante anche sottorete con 5 muri. Inoltre la panchina lunga di coach Fenoglio ha prevalso su quella di Gaspari: Pietersen, subentrata ad una spenta Plak, ha fatto vedere giocate importanti, così come Melissa Donà al servizio.

La prossima sfida tra le due contendenti sarà giovedì 11 maggio a Modena, al Palapanini. Per Novara è l’occasione per portarsi a casa il tanto agognato scudetto; invece per la Liu Jo è l’ultima spiaggia, per poter pareggiare la serie e giocarsi il tutto per tutto a gara5, sempre in Piemonte. Gaspari dovrà lavorare molto sulla testa delle ragazze, e ripartire dagli ultimi scambi del quarto set, quando le bianconere , dopo essere state sotto anche di oltre 10 lunghezze, sono riuscite ad arrivare a -4 avversarie.

di Mattia Amaduzzi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.