LIU JO, TERZA VITTORIA IN CHAMPIONS, BAKU TRAVOLTO

Continua inarrestabile la corsa della Liu Jo Nordmeccanica Modena nel girone di Champions League. Le ragazze bianconere hanno conquistato la terza vittoria consecutiva battendo 3-0 il Telekom Baku e hanno confermato il primato nel girone. Questi i parziali: 25-20; 25-16; 26-24.

 

 

LA CRONACA DELLA PARTITA SET PER SET

Primo set.
Coach Gaspari per questo terzo appuntamento dei gironi di Champions League lancia in sestetto Ferretti al palleggio, capitan Brakocevic a completare la diagonale principale, Ozsoy e Marcon in posto quattro, Heyrman e Belien al centro con Leonardi libero.
Dall’altra parte c’è Mirkovic in regia, Azizova opposta, Samadova e Vesovic in banda, Koeva e Hasanova al centro con Filipova libero.
Sono di Samadova i primi due punti della gara poi Modena accorcia e pareggia subito 3-3 con l’ace di Ferretti. Si giocano le prime fasi di gara sul filo dell’equilibrio, che viene rotto a metà set da un paio di attacchi potenti e precisi di capitan Brakocevic. Il tecnico azero ferma tutto, ma le bianconere sembrano aver trovato buon ritmo e ancora con Brakocevic arrivano 16-12 al secondo time out tecnico. Lo stop, però, rimette in gioco pienamente le ospiti perché due attacchi di Vesovic e due muri di Koeva su Marcon portano alla nuova parità. Time out Gaspari e ancora un muro, questa volta su Heyrman, porta al sorpasso 16-17. Ci pensa Ozsoy con una bomba in pipe a dare il cambio palla alle bianconere poi ancora la turca trascina nel frangente prima della fast di Heyrman e del fallo in palleggio nel campo azero. 20-18 e secondo time out questa volta per Gajic, Marcon batte out al ritorno in campo, ma questa volta l’abbrivio è quello giusto e grazie anche ad un paio di errori delle azere sotto pressione il set si chiude 25-20, con il secondo ace di Ferretti identico al precedente.

Secondo set.
Si riparte con i sestetti d’inizio gara ad eccezione di Garzaro inserita al centro per Heyrman e come nel primo parziale i primi due palloni messi a terra sono di Samadova, poi iniziano a martellare Ozsoy e Brakocevic ed il set riprende subito la strada giusta per Modena: 8-4 al primo time out tecnico che diventa 9-4 col muro di Brakocevic e 10-4 con la pipe su un pallone vagante attaccata da Ozsoy. E’ in controllo la Liu•Jo Nordmeccanica, ma come a metà primo set subisce il rientro di Baku che, però, questa volta non riesce a recuperare la parità perché il divario è troppo ampio. Sul 12-9 il tecnico ospite si gioca il doppio cambio, che però non sortisce effetti positivi perché Modena confeziona un parziale di 7-0 che spinge Gajic a riportare in campo il suo sestetto titolare. Troppo tardi, però, perché non c’è più partita in questo set, si arriva al 24-12 quando un sussulto di Baku porta ad annullare quattro set point, anche grazie ad un calo di attenzione delle bianconere. Coach Gaspari ferma tutto e al ritorno in campo Mirkovic batte in rete chiudendo anche questo parziale a favore di Modena.

Terzo set.
Confermato il sestetto del set precedente e ancora Samadova apre con un attacco vincente il parziale che, questa volta, vede partire decisamente meglio Baku. C’è la parità siglata da Brakocevic sul 4-4 poi un parziale di 4-0 per le ospiti che proprio la capitana ed opposta interrompe al rientro in campo dal primo time out tecnico. Da lei arriva la scossa e da Ozsoy la spinta per ricucire il gap, con il pari che arriva sul 10-10 e poi c’è anche il sorpasso con l’attacco out di Samadova. Ferretti mura la schiacciatrice e capitana del Telekom per il 13-11 e allora c’è time out per Gajic. Palla difficile per Garzaro e muro del 14-14 poi nuovo allungo 18-15 con il muro di Brakocevic, ma ancora una volta non è finita perché Samadova trascina alla rimonta le sue fino al 21-21. Time out per coach Gaspari e muro di Garzaro proprio sulla schiacciatrice ucraina, ma sul pallone successivo arriva il nuovo pari e poi Hasanova trova il muro del controsorpasso su Brakocevic. 22-23 e secondo time out in pochi attimi per coach Gaspari. E’ un finale tiratissimo, Ozsoy incrocia con Garzaro e dal centro fa 23-23 poi c’è l’invasione del muro azero che regala il primo match point a Modena. Si gioca ancora l’ultimo time out Gajic

Le parole a fine gara di coach Marco Gaspari: “Vincere 3-0 non è mai scontato, specialmente per questa squadra. Il nostro unico pensiero dev’essere la vittoria, non il bel gioco che per ora a momenti c’è e a momenti no. A volte ci adattiamo al ritmo come con il Club Italia, quando ce n’è poco ci capita di non riuscire a cambiare marcia, ma bisogna anche iniziare a pensare che siamo inseriti in un girone di Champions League non semplicissimo, specialmente per le condizioni in cui ci siamo arrivati, e comunque abbiamo conquistato tre vittorie. In Polonia non è mai semplice, lo ha dimostrato oggi Conegliano, e Baku è sempre una mina vagante. I valori tecnici sono diversi, inutile dire falsità, ma queste sono partite in cui il ritmo può calare e possono esserci strascichi di situazioni precedenti. A noi interessava vincere con il massimo scarto possibile e così è stato. Ci siamo rilassati un po’ nel terzo set, specialmente in una delle tante pause che ci sono state nel match, ma va bene così. Dobbiamo pensare che per quanto riguarda il capitolo Champions dobbiamo arrivare alla partita di ritorno con Conegliano con quattro vittorie, sarebbe una cosa molto positiva”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.