MODENA VOLLEY MERCATO: NOVITA’ SU ZAYTSEV, HOLT E LA PANCHINA

Nonostante la stagione si sia appena conclusa, in queste ore le voci di mercato intorno al Modena Volley continuano a susseguirsi in maniera frenetica.

A tenere banco è principalmente il caso Ivan Zaytsev. Il capitano gialloblù, come riportato da più fonti, sembrerebbe ad un passo dal ritorno alla Lube Civitanova. Alcuni dicono che abbia addirittura già firmato il nuovo contratto con la squadra marchigiana. La stessa Presidentessa Catia Pedrini, in un’intervista rilasciata stamane a Il Resto del Carlino, ha affermato che spera in tutti modi che lo “Zar” resti a Modena ma, nel caso in cui ciò non accada, ha specificato che la scelta sarebbe soltanto sua e non della società.

Nel caso in cui il suo addio sia confermato sarebbero tante le soluzioni per sostituirlo. Al momento la scelta più percorribile sarebbe quella di puntare su una diagonale principale composta da Christenson e Anderson, una nuova banda da affiancare a Bednorz (Plotnytski?) e due centrali italiani (Mazzone-Anzani). Questo implicherebbe il sacrificio di un giocatore importante come Max Holt.

Per quanto riguarda la questione tecnico, la Pedrini, nella stessa intervista, si augura di poter continuare con Velasco. Alcune voci, però, parlano di un possibile avvicendamento sulla panchina gialloblù. Infatti, Velasco potrebbe cambiare ruolo, diventando dirigente (Dt), scegliendo come suo successore uno dei suoi ex pupilli. I papabili sarebbero Giani (attualmente a Milano, ma non ha ancora rinnovato) e Gardini (impegnato a disputare la finale in Polonia).

MA

1 Comment

  1. sono un appassionato e tifoso di Modena volley, non sono un tecnico.Credo che la stagione culminata con la sconfitta in semifinale con la Sir, sia comunque positiva. Sui singoli le statistiche di rendimento sono oggettive, anche se non esaustive di tutto. Piuttosto la società dovrebbe riflettere su giocatori che lo scorso anno sono andati in Tv a parlare di vicende con l’allenatore, ma dalle statistiche non sembrano degli iradiddio nemmeno quest’anno. Se poi si punta ad avviare un ciclo credo che occorrerebbe puntare su giovani con potenzialità da far crescere, in tutti i ruoli, accanto a qualche veterano di valore e di esempio. Zaytsev lo considero positivo, sia come valore che come esempio di impegno. Cavalli di ritorno? no, grazie…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.