MODENA VOLLEY, TUBERTINI: “MI ASPETTO UNA GARA INTENSA”

La presentazione del match di domenica con la Diatec Trentino nelle parole del coach Lorenzo Tubertini:Sarà un’emozione nuova, tutta da scoprire. Dovremo affrontare un match di campionato che vale un posto importante per la classifica e già mi immagino come sarà quando inizierà la partita. Sono felice ed orgoglioso e ringrazio la società per questa immensa opportunità che mi è stata data. Stiamo preparando la partita, ci conosciamo a vicenda perciò si fanno valutazioni sugli aspetti tattici. E’ una gara che si giocherà su livelli molto equilibrati e come sempre la battuta sarà un fondamentale abbastanza determinante. Noi abbiamo più forza, mentre loro hanno gioco e continuità, un fondamentale che è risultato importante. L’umiltà è una prerogativa molto importante e anche noi stiamo affrontando questo tema. Abbiamo attraversato momenti di gioco non buoni, ma da lì abbiamo fatto passi avanti. Dobbiamo continuare ad essere umili e non tornare sui solchi passati. Sappiamo di essere forti, ma anche di avere cose non buone perciò l’umiltà è fondamentale. Questa partita non va caricata di stress o ansie per la posizione in classifica perché già occupiamo un posto buono, va vissuta bene sia dal punto di vista mentale, delle emozioni, che fisico. Mi aspetto una gara molto intensa”.

Un commento sul precedente allenatore di Modena Volley: “Lorenzetti? Per me ha rappresentato una fetta importante della vita, sono cresciuto insieme a lui, ho scoperto con lui la pallavolo e l’abbiamo immaginata e sviluppata insieme. Vediamo la pallavolo allo stesso modo. Devo essere grato a lui perché in un momento della mia vita in cui ero ad un bivio, mi ha permesso di entrare nella pallavolo maschile e crescere dal punto di vista tecnico. Poi, mi ha richiamato con lui in una società di livello internazionale come Modena.

Chiusura finale sull’infortunio di Maxwell Holt: ” Le sue condizioni non sono così drastiche come potevano sembrare, oggi ci ritroveremo in campo e valuteremo le condizioni. A Trento ci saremo tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.