MODENA VOLLEY: VERONA SCONFITTA E QUARTO POSTO CONSOLIDATO. ORA I PLAY-OFF

Un AGSM Forum sold-out accoglie la gara tra la Modena Volley di Velasco e la Calzedonia Verona di Nikola Grbic in una sfida fondamentale per la classifica finale della Regular season.

L’Azimut Leo Shoes Modena inizia la gara con Christenson in regia, Zaytsev è l’opposto, le bande Bednorz e Urnaut, al centro Holt e Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Verona parte con Spirito-Boyer, Manavi e Kaziyski in banda, Solè e Alletti al centro, De Pandis è il libero.

Parte fortissimo Modena con Zaytsev al servizio, 6-3 e i gialli vanno. Continua a spingere Modena che arriva al 16-12 con Christenson che gestisce al meglio i suoi avanti. Scappa via l’Azimut Leo Shoes, è 20-13. Il primo set si chiude 25-15 con un Modena straripante.

Nel secondo set si gioca punto a punto, 9-9 e match tiratissimo. Piazzano il break i gialli, 13-10 con Modena che gioca un buon volley. Macinano gioco e punti Christenson e compagni, 18-14 poi vanno sul 22-17. Chiude 25-20 il secondo set Modena e va sul 2-0.

Nel terzo parziale Modena parte avanti e scappa via, 17-15 con Bednorz e Zaytsev scatenati. Torna sotto Verona e il finale del parziale e punto a punto, 21-19. Chiudono il set i ragazzi di Grbic, 23-25, è 2-1.

Nel quarto set è Verona a giocare ancora un grande inizio di parziale, come la fine di quello precedente, Modena resta attaccata agli scaligeri, 8-8. Piazza altri due break Verona che arriva al 13-17. Gli scaligeri restano avanti e fanno loro anche il quarto parziale 25-19, è tie-break.

Modena si impone 15-12 e conquista la gara ed in quarto posto in regular season. Sabato 30 marzo alle 18 i gialli se la vedranno in casa con Milano in gara uno dei quarti di finale playoff.

Julio Velasco (Azimut Leo Shoes Modena): “Abbiamo vinto una gara importante e sono soddisfatto per questo, sono anche molto contento perché abbiamo portato a casa il tie-break dopo essere stati rimontati. Quello che conta è la vittoria, e arrivarci dopo aver faticato due set significa averci messo tutto quello che serviva”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.