VOLLEY: ANDREA BERTONI DELL’ANDERLINI CONVOCATO NELLA NAZIONALE ALLIEVI DA CASA

Si colora di azzurro la quarantena di Andrea Bertoni, atleta dell’Under 16 Maschile della Moma Anderlini, “convocato a casa” per una serie di allenamenti on-line con la Selezione Nazionale Allievi di Monica Cresta. Vista la situazione infatti, il direttore tecnico del settore giovanile della Fipav Julio Velasco, insieme ai tecnici delle nazionali giovanili e ai preparatori atletici dei loro staff, hanno portato in remoto la propria attività mettendo a punto un programma fisico da svolgere in video conferenza con gli atleti selezionati.

È dunque una convocazione diversa dal solito quella che ha ricevuto l’anderliniano classe 2005, alla sua terza esperienza con la nazionale dopo il collegiale a Vigna del Valle dello scorso Luglio e quello a Roma dello scorso Settembre.

Andrea spiegaci meglio come si svolge questa attività?

L’attività è iniziata creando un gruppo WhatsApp con selezionatori e ragazzi in cui ci hanno spiegato come accedere agli allenamenti on-line. Successivamente abbiamo ricevuto le schede da svolgere durante il collegamento con gli allenatori, per tre volte a settimana finché non sarà finita la quarantena.  Per ora gli allenamenti che svolgiamo riguardano soprattutto la preparazione fisica, inserendo però anche movimenti specifici della pallavolo come spostamenti e salti a muro. Fortunatamente, nonostante lo stop dell’attività, io e la mia squadra non ci siamo mai fermati. Grazie al lavoro che ci prepara il nostro allenatore, Andrea Sassi, insieme al preparatore, Marco Gianasi, abbiamo portato avanti con regolarità la parte fisica, quindi mi presento pronto per questi appuntamenti.

Una nuova convocazione che immaginiamo sia motivo di orgoglio per te e il tuo staff. Come ti senti in questo momento?

Sicuramente sono lusingato, ovviamente ci speravo, ma finché non si viene convocati non si è mai sicuri di essere all’altezza delle richieste dei selezionatori.  Inoltre mi rende felice sapere che in così tanti vedono un potenziale e delle capacità in me, è una bella iniezione di autostima. Sono sempre molto critico nei miei confronti, tendo a ricordare solo quello che sbaglio, quello che non mi viene e quello che non sta andando. È stato un piacere quindi essere smentito da questa nuova convocazione.

Una stagione ricca di soddisfazioni personali ma anche di squadra nonostante l’interruzione dei campionati. Quali sono stati i momenti più emozionanti?

Di momenti emozionanti ce ne sono stati veramente tanti. Nel girone eccellenza abbiamo combattuto a testa alta contro le squadre più forti della regione. Una partita da ricordare, quella che mi è piaciuta di più, è stata sicuramente il derby con la rivale modenese VGM, alla quale siamo riusciti a strappare una vittoria al tie break fuori casa. Nel corso di questi mesi poi abbiamo avuto la fortuna di partecipare alle varie tappe del Bussinello, momenti di confronto tra alcune delle migliori squadre d’Italia e weekend in cui legare tra compagni di squadra. Infine il bellissimo secondo posto alla Winter Cup, con una finale giocata nel tempio del volley, il Palapanini. In quell’occasione abbiamo anche avuto il piacere di essere visti da Julio Velasco, che poi ho incontrato di nuovo al Regional Day.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.