VOLLEY, MONTALE: PRIMO PUNTO PER L’EXACER, MA CON L’OLBIA ARRIVA UN’ALTRA SCONFITTA

Ancora una sconfitta per l’Exacer Montale che, pur conquistando il primo punto della stagione, alza bandiera bianca al tie-break contro un’ottima Olbia. Si era messo bene il match per le nerofuxia, che poi però si sono fatte rimontare dalle isolane.

La prima vittoria in campionato viene soltanto sfiorata dall’Exacer Montale, che non riesce a sfatare il tabù di questo inizio di campionato e regala il primo successo della stagione alla Geovillage Hermaea Olbia. Era la sfida tra l’ultima e la penultima in classifica, che alla fine premia quest’ultima e lascia Montale in coda alla graduatoria. Olbia si è ritrovata a giocare il quarto tie-break su altrettante partite in questo inizio di stagione, e a differenza delle altre occasioni è riuscita a portare a casa i due punti. L’Exacer muove la classifica portando a casa il primo punticino stagionale, ma rimane l’amaro in bocca per come si era messa la partita. Brina chiude con 26 punti a referto, 25 quelli di Botarelli mentre Korhonen ne ha siglati 20. La cronaca del match.

1° SET – Tamburello cambia il sestetto base: Pincerato e Botarelli sulla diagonale principale, Brina e Pinali (al posto di Rubini) in banda, Gentili e Cigarini (al posto di Fronza) al centro e Bici libero. Sestetto tipo, invece, per Giandomenico con Stocco in diagonale con Korhonen, Ghezzi e Joly in banda, Barazza e Angelini al centro e Caforio libero. Parte bene l’Exacer con Botarelli sugli scudi e padrone di casa avanti 5-2. La squadra sarda risponde e firma il sorpasso poco più avanti (12-11). Montale non ci sta e si riporta avanti (16-14), poi Olbia si gioca il time-out e allunga fino a portarsi sul 24-22. Sciupa due set-point grazie ai punti di Brina e Cigarini e sul 24-24 arriva anche il secondo time-out di Giandomenico. Si rimane in equilibrio fino al 27-27, poi Botarelli sposta il set-point nel campo di Montale e Pincerato mette la firma sul 29-27. Dieci i punti di Botarelli, sei a testa per Brina e Korhonen.

2° SET – I sestetti non cambiano con Montale che si porta avanti 2-1 prima una super Joly che porta sul più due Olbia (4-2). Le galluresi però si perdono in fase d’attacco e Montale torna avanti (7-5) con Giandomenico che chiama il time-out. Set molto equilibrato fino all’allungo delle ospiti (19-17) che costringe Tamburello al time-out. Brina firma l’ace del 21-23, poi time-out Giandomenico e a seguire l’errore di Botarelli (24-21) e il punto decisivo del 25-21. Sei i punti di Korhonen, cinque quelli di Brina.

3° SET – Si riparte dunque dalla parità e sempre dagli stessi sestetti. Sprint in avvio di Montale (4-0), che poi prosegue il crescendo il resto del set. Pinali in pipe firma il 10-4, poi sull’11-7 Olbia stacca la spina e concede ben cinque punti alle padrone di casa tra cui una pipe di Brina e un muro a testa per Pincerato e Gentili (16-7). L’Exacer con il set saldamente in pugno raggiunge il massimo vantaggio sul 23-11, mentre Olbia opera tutti cambi a disposizione mandando in campo Ciani, Koulibaly, Zonta e Poli. Un brutto errore al servizio di Angelini consegna il set a Montale (25-15). Cinque i punti di Brina, quattro quelli di Pinali.

4° SET – Ancora nessun cambio nelle formazioni iniziali, per un parziale che inizia sui binari dell’equilibrio (3-3). Poi due ace consecutivi di Joly portano il più due a Olbia (5-3). Qualche errore di troppo nel campo dell’Exacer consentono a Olbia di allungare fino al 10-6, con Tamburello che si gioca il time-out. L’Exacer torna in partita fino all’11-12, ma Olbia poi riesce a mantenere un vantaggio standard di due/tre punti fino alla fine del parziale. Sul 20-17 Tamburello chiama il secondo time-out, poi arriva il 24-20 con un muro su Botarelli. L’opposto di Montale prova a rifarsi con un attacco vincente da posto due (21-24) e con un ace (22-24), ma poi è la stessa Botarelli ad attaccare un pallone out per il 25-22 a favore delle galluresi. Otto punti per Joly, sette per Botarelli.

5° SET – Il tie-break si apre con la novità Rubini dal primo minuto al posto di Pinali, mentre per Giandomenico rimane tutto invariato. Si viaggia punto a punto fino al 6-6 firmato dalla finlandese Korhonen, seguito dall’errore di Rubini (6-7) e da una dubbia chiamata dell’arbitro che probabilmente non vede un tocco su un attacco nerofuxia che termina out (8-6 per Olbia). Le forti proteste per questa decisione destabilizzano un po’ la squadra di casa che accusa il colpo e si ritrova immediatamente sotto 10-6. Joly prima e poi il muro di Barazza su Pincerato portano Olbia sul 13-7. Korhonen mette la firma sul 14-9, per un tie-break che si chiude con un attacco out di Brina (15-10). Cinque punti per Brina, tre per Korhonen.

IL TABELLINO

EXACER MONTALE-GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA 2-3 (29-27; 21-25; 25-15; 22-25; 10-15)

MO[Durata set: 30’, 29’, 26’, 28’, 19’; tot. 2h12’]

EXACER MONTALE: Pincerato 3, Botarelli 25, Brina 26, Pinali 11, Gentili 8, Cigarini 2, Bici (L1), Blasi 0, Rubini 1, Aguero 0, Fronza 2, Saccani ne, Venturelli, Cioni (L2) ne. All. Ivan Tamburello.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Stocco 1, Korhonen 20, Ghezzi 11, Joly 18, Barazza 9, Angelini 10, Caforio (L), Ciani 0, Coulibaly 2, Zonta 1, Poli 0. All. Emiliano Giandomenico.

ARBITRI: Luca Cecconato; Beatrice Cruccolini.

NOTE – Spettatori 70 circa. Exacer Montale: 4 Ace, 13 Battute sbagliate,
2 Muri; Geovillage Hermaea Olbia: 2 Ace, 8 Battute sbagliate, 7 Muri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.