STORIE GIALLOBLU’: QUANDO IL TERAMO CONTESE AL MODENA LA B

Dopo il pareggio nel derby con la Reggiana che ha fatto storcere il naso a una parte dei tifosi gialloblù, delusi per una squadra ancora lontana dalla forma migliore, il Modena è atteso da un’altra partita in casa, domenica alle 17,30 contro il Teramo. Andando a scorrere la storia del club canarino, in particolare quella dei suoi campionati di serie C, si scopre che c’è stato un momento in cui Modena e Teramo si sono contese la promozione in B. E’ successo nella stagione 1974/75.

I canarini, inseriti come oggi nel girone B, erano reduci da due campionati interlocutori e, per certi aspetti, deludenti e avevano l’obiettivo di tornare in corsa per la promozione, anche se Rimini e Lucchese, seconda e terza del precedente torneo, sembravano avere qualcosa in più. Il Teramo invece, guidato in panchina da Eugenio Fantini e in campo da un giovane Stefano Chiodi, era reduce da una entusiasmante promozione dalla D e partiva come outsider.

Il Modena di Ezio Galbiati, a parte il passo falso di Pisa alla seconda giornata, iniziò forte e il 6 ottobre espugnò il campo del Teramo (2-1 con reti di Blasig e Gravante). L’ingaggio ad ottobre dal Venezia del bomber Bellinazzi completò una squadra già forte che arrivò al giro di boa prima in classifica a pari merito col Rimini.

Il Teramo si ritagliò sempre più un ruolo di terzo incomodo e nella seconda parte di campionato, dopo il pareggio per 0-0 del confronto diretto al Braglia, si avvicinò pericolosamente ai gialloblù fino ad arrivare a soli due punti dalla vetta a quattro giornate dal termine, complice la sconfitta a sorpresa del Modena sul campo della Novese.

La volata finale però vide i canarini prevalere con la decisiva vittoria in trasferta a La Spezia proprio davanti a Rimini e Teramo. I tifosi potevano quindi festeggiare il sospirato ritorno tra i cadetti. (foto dal sito www.modenafc.net)

(GB)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.