ATLETICA, FRATELLANZA QUARTA NELLA FINALE SCUDETTO

Un intenso weekend di gare ha visto la formazione maschile della Fratellanza 1874 conquistare il quarto posto nella finale scudetto, il secondo miglior piazzamento di sempre dopo il terzo posto del 2012. La formazione femminile, che ha messo in campo una squadra giovanissima, ha invece concluso il campionato al dodicesimo posto. A portare punteggio gli atleti piazzati nelle prime otto posizioni con punteggio a scalare (8 punti al vincitore, 7 al secondo, ecc.)

Uomini: a soli 8 punti dal podio
Un oro, un argento, due bronzi ed altri 11 piazzamenti nelle prime otto posizioni hanno portato la Fratellanza ai piedi del podio e davanti a formazioni più accreditate. A vincere ci ha pensato Riccardo Tamassia, Il 23enne de La Fratellanza 1874 ha messo la freccia sul rettilineo finale degli 800 metri e sotto la tribuna ha tagliato per primo il traguardo in 1’49”59. Riccardo era già stato protagonista sabato quando era salito sul terzo gradino del podio nei 1500 corsi in 3’50”31. A portare punti preziosi ci ha pensato anche Martin Pilato secondo nel disco con 53,49 dopo un 2016 vissuto ai vertici da febbraio sino ad oggi. La seconda medaglia di bronzo invece l’ha ottenuta Matteo Rubbiani, terzo nell’asta con 4,80.

Una certezza nel salto in alto l’ex azzurro Filippo Campioli, che ha superato la misura di 2,03 ottenendo il quarto posto, lo stesso piazzamento che ha conquistato un eccezionale Simone Colombini che ha abbattuto di 10 secondi il primato personale dei 3.000 siepi correndo in 8’49”62. Un male al ginocchio ha invece limitato il contributo di Simone Pettenati, quinto nei 100 con 10”71, e settimo con Obi Kalu, Fornasari e Ansaloni nella 4×100.

Bravissimi anche i giovani Alessandro Giacobazzi (foto) e Andrea Uccellari nella gara dei 5000 metri dove Alessandro ha portato a casa il quinto posto con il tempo di 14’30” 54 mentre Andrea ha ottenuto il sesto posto con il tempo di 15’06 “99. Sempre parlando di giovani exploit di Cesare Cozza nei 10.000 metri di marcia, che ha firmato il nuovo record personale di 44’59”59 lui che appartiene ancora alla categoria juniores.

Ancora a punteggio anche Kevin Menzani nei 400 corsi in 49”10, Riccardo Serra che nella gara di salto in lungo ha superato la misura di 7,10 portando un punto alla compagine modenese così come Giacomo Drusiani nel peso che ha lanciato a 14,38.
In conclusione anche la staffetta 4×400 ha portato un punto alla formazione della Fratellanza con il quartetto composto da Luca Calvano, Riccardo Tamassia, Lorenzo Lamazzi e Kevin Menzani ottavi con il tempo di 3’15”63

Donne: Bertoni lancia la carica alle più giovani in gara
Causa le assenze di Lukudo e Casolari, amplio spazio alle giovani della Fratellanza, compresa qualche allieva (under 18) alla prima esperienza in una finale scudetto. A dare l’esempio ci ha pensato Francesca Bertoni, che ha gestito con eleganza la vittoria nei 3.000 correndo in 10’33”66. Francesca ha poi doppiato l’impegno correndo assieme a Christine Santi la gara di 5.000 metri. Christine ha ottenuto il sesto posto finale con il tempo di 16’54”17 precedendo di una posizione Francesca che ha corso in 17’09”87.

Gli altri punti li hanno portati Federica Pincelli, settimana nella gara di salto in lungo con la misura di 5,71, Camilla Murtas ottava nel salto con l’asta dopo essere salita a 3,50, mentre nella prima giornata Lara Giovanelli ha ottenuto l’ottavo posto nei 100 ostacoli corsi in 15”75.
Da segnalare poi i record personali di Anna Cavalieri nei 200 (25”09) e di Eleonora Sopini negli 800 con 2’18”44.