REGIONALI DI ATLETICA, PRIMA FASE: 13 ORI PER LA FRATELLANZA

Sono stati due giorni di gare molto intensi e ricchi di risultati interessanti, nella cornice della prima fase dei campionati di società di atletica. La Fratellanza ha messo in campo tutti i migliori atleti per poter fare i punteggi necessari per accedere alla finale scudetto in programma il prossimo settembre.

VELOCITÀ: ottima la prima uscita stagionale di Simone Pettenati nei 100 e 200, due gare dove il livello in regione è davvero alto. Simone ha vinto i 200 correndo in 21.37, ad un decimo dal personale e con un leggero vento contrario. Davvero bene anche i 100 metri conclusi al quarto posto in 10.59, a sette centesimi dal personale. Da segnalare poi Freider Fornasari con 11.00 e Mattia Cesari con 11.11 nei 100 metri, e l’ottimo crono dell’allievo Matteo Ansaloni che ha corso i 200 in 22.42.
Nei 400 metri doppio successo per gli atleti della Fratellanza con le medaglie d’oro vinte da Raffaella Lukudo e Kevin Menzani. La “Raffa” è tornata a Modena per dare il suo contributo alla compagine modenese, andando a vincere i 400 con il tempo di 53.90, seguita dalla giovane allieva Elena Pradelli che ha chiuso al terzo posto in 58.36.

Al maschile il successo di Kevin Menzani è arrivato con il crono di 48.09, dopo una partenza non troppo veloce che ha un po’ compromesso il tempo finale.
Da segnalare poi il primato personale di Eleonora Iori che ha corso i 200 in 25.29 ed i 100 in 11.98.
Nei 100 metri ostacoli medaglia di bronzo per Lara Giovanelli con il crono di 15.13, seguita al quinto posto da Valeria Grigolato (15.31).

MEZZOFONDO: Quattro successi per i colori della Fratellanza, tutti cresciuti nel vivaio della pavullese. Chiara Casolari ha dominato gli 800 metri in una gara dove dal primo all’ultimo metro, l’allieva allenata da Renzo Finelli, ha tirato la gara. Il crono finale però è davvero di grande soddisfazione: 2:07.25 che rappresenta il suo primato personale migliorato di 2 secondi. Personale firmato anche da Alessandro Giacobazzi nei 5.000 metri corsi in solitaria con l’obiettivo di migliorarsi. E così è stato con il crono finale di 14:28.26 che rappresenta il nuovo primato per Alessandro, mentre al 4° posto è giunto Marco Montorio con il tempo di 15:11.07.
Successo anche per Omar Stefani nei 3000 siepi con il tempo di 9:29.41 seguito al terzo posto da Andrea Baruffaldi con il tempo di 9:52.94.

Da segnalare poi il secondo posto ottenuto da Riccardo Tamassia negli 800 corsi in 1:51.44 dietro al campione italiano indoor Gabriele Bizzotto (1:50.58) mentre bella gara anche per Lorenzo Lamazzi che ha concluso 7° col tempo di 1:54.69.
Medaglia d’argento anche per Francesca Bertoni impegnata nei 5.000 metri corsi in 16:45.20, sei secondi meglio del precedente record personale.

MARCIA: vittoria con grande prestazione cronometrica per Cesare Cozza nei 10.000 metri di marcia conclusi in 46:44.70, un minuto in meno del vecchio personale, seguito poi al quarto posto dal fratello Emanuele Cozza, al primo anno tra gli allievi (52:40.30)
Terzo posto invece nei 5.000 metri femminili per Lisa Cani con il crono di 25:35.02 40” anche lei al personale.
Lanci: vincono Pilato, Drusiani e Corradin. Belle prestazioni anche dalle pedane dei lanci con Martin Pilato che ha rispettato i favori del pronostico lanciando il disco a 56,80, misura che gli è valsa il successo. Vittoria anche per Sara Corradin nel giavellotto dove ha ottenuto la misura di 41,00 con la soddisfazione di continuare a crescere fisicamente e tecnicamente. Vittoria nel getto del peso per Giacomo Drusiani che ha piazzato il miglior lancio a 14,45.

SALTI: Kelvin Purboo si toglie una prima grande soddisfazione dell’anno, che cancella un inverno passato ai box per fastidi vari. L’allievo di Giuliano Corradi ha saputo vincere la gara di salto in alto con il nuovo primato personale di 2,11 superato al secondo tentativo, per poi sfiorare la misura di 2,14 che sarebbe valsa il minimo per i mondiali junior. Nel salto in lungo bella vittoria per Federica Pincelli che negli ultimi due salti di gara ha trovato le condizioni per migliorarsi sino a 5,75.
Nel salto con l’asta secondo posto per Matteo Rubbiani capace di superare l’asticella a 4,55 nonostante i pochi allenamenti, mentre al femminile stessa misura di 3,40 per Beatrice Gibellini e Camilla Murtas rispettivamente terza e quarta.

STAFFETTE: successo di spicco per la formazione femminile della Fratellanza impegnata nella 4×400 dove in gara sono scese Elena Pradelli, Chiara Casolari, Anna Berneschi e Raffaella Lukudo. Per loro il nuovo record sociale di 3’45”90.
Secondo posto invece per la squadra maschile della 4×400 con Federico Vincenzi, Riccardo Tamassia, Luca Calvano e Kevin Menzani che hanno corso in 3:20.41 dietro la Virtus Bologna.
Secondo posto per la 4×100 maschile della Fratellanza con Mattia Cesari, Freider Fornasari, Simone Pettenati e Tommaso Lazzarini che sono volati al crono di 40,87 a solo1 decimo dalla vittoria andata alla Virtus Bologna. Ancora qualche cambio da migliorare secondo il tecnico Mario Romano, che spera di fare già meglio tra due settimane nella seconda fase regionale.

Bronzo invece per le ragazze della Fratellanza che nella 4×100 hanno schierato Federica Pincelli, Eleonora Iori, Anna Berneschi ed Elena Pradelli capaci di correre in 47”74.
Memorial Ansaloni ad Andrea Dallavalle. Il Memorial Mario Ansaloni, destinato alla gara del salto triplo, è stato vinto dal talentuoso Andrea Dallavalle, atleta piacentino capace di correre in 15,21. Nella gara bel quinto posto di Mohamed Nhari che ha saltato 13,57.