“PALLA-VICINI”, UN PROGETTO SPORTIVO PER LE PERSONE CON DISABILITA’ INTELLETTIVO-RELAZIONALI

La Pallavicini ospita un nuovo progetto sportivo dedicato alle persone con disabilità intellettivo relazionale. La lunga storia di inclusione voluta dal fondatore Mons. Salmi incontra l’ambizioso progetto di Silvia Monari e Elena Milani di utilizzare la pratica sportiva per concretizzare temi quali l’inclusione, la socialità e il benessere degli utenti.

L’attività sportiva e il divertimento sono elementi che sarebbe auspicabile essere presenti nella vita di ogni persona, per questo motivo “Palla-vicini”, questo il nome del progetto, vuole essere un percorso ludico-formativo con lo scopo di insegnare il gioco del basket agli utenti e che si pone come obiettivo più specifico quello di implementare il benessere psico-fisico della persona e creare un momento di aggregazione e conoscenza.

Il progetto: l’attività prevede una serie di lezioni bisettimanali, lunedì e sabato, della durata di 1 ora e 20 minuti ad iniziare con l’open day lunedì 13 settembre 2021 ore 15:30 presso la palestra della polisportiva Pallavicini situata in via Marco Emilio Lepido 196, a Bologna.

La scelta della pallacanestro non è casuale, Bologna da sempre è patria di cestisti e appassionati e si è potuto notare come questo gioco aiuti le persone a sviluppare la propria socialità. Attraverso un pallone, un obiettivo posto in alto e i compagni di squadra si scopre la dimensione del gruppo, dell’uscire dal sé, il sapersi approcciare a persone differenti da noi e a sentirsi parte di un “uno” nella collaborazione con l’altro per perseguire scopi comuni.

A progetto ben avviato, l’obiettivo è ancora più ambizioso e strutturato, l’intenzione infatti è quella di formare una squadra competitiva per partecipare a campionati e tornei.

Il progetto nato dall’incontro di Elena Milani, Psicologa, con un master in psicologia dello sport, mental trainer ed esperta di disabilità con Silvia Monari, educatrice, operatrice sportiva per disabili e istruttrice di minibasket vuole essere un passo avanti verso la socialità delle persone con disabilità, aiutandole ad approfondire la conoscenza del proprio corpo, delle sue risorse e delle potenzialità; può aiutare a scoprire la propria identità e a definirla in termini di valore del sé.

Perseguire la crescita personale con l’acquisizione di una maggiore autostima e autonomia, il miglioramento della qualità di vita dell’utenza a contrasto della sedentarietà sono i punti cardine che hanno dato il là al progetto “Palla-Vicini”.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la segreteria della polisportiva al numero 051.6418880 o scrivere a segreteria@antalpallavicini.org.

Ci è sembrato doveroso fornire la possibilità di far praticare attività sportiva a persone con disabilità nel territorio, facendoli emergere dal ombra a cui spesso sono relegati e abituati, creando un’atmosfera familiare e confortevole in cui tutti si possano sentire benvenuti e accolti”. Le parole di Silvia non possono che essere condivise a tutto lo staff della polisportiva e rilanciate da Elena “Ogni attività sportiva è un’esperienza di gioco, di movimento, di agonismo e vita. Essa crea benessere, fiducia e autodeterminazione in chi la pratica. Se lo sport o l’attività motoria si associa alla disabilità il risultato non cambia, i benefici fisici e psichici che si ottengono sono efficaci, per la persona, in egual modo”.

Tramite l’apprendimento della pallacanestro si vuol far incontrare gli utenti con un oggetto estraneo ai più, ovvero la palla. Essa diventa strumento tangibile attraverso cui favorire la comunicazione e la condivisione. Successivamente, attraverso l’apprendimento dei fondamentali dello sport gli obiettivi si ampliano andando a lavorare sul decentramento dal sé, l‘apertura verso l’altro e il mutuo scambio. In oltre non viene meno la possibilità di aumentare le capacità percettive, il miglioramento degli schemi motori di base, l’implementazione dell’autonomia personale e lo sviluppo delle abilità residue degli utenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.